Gennaio 24, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Vendite del Gruppo VW nel 2021 come nel 2011: rallenta la carenza di chip

Il gruppo VW è stato in grado di vendere solo 8,9 milioni di veicoli in tutto il mondo nel 2021. Ciò corrisponde al livello delle vendite per il 2011. Proprio quando si tratta di auto elettriche, qualcosa sta davvero succedendo.

La pandemia di Corona e la carenza globale di chip si sono chiaramente rispecchiate nelle vendite del Gruppo Volkswagen per il 2021. Volkswagen è riuscita a consegnare 8,9 milioni di veicoli in tutto il mondo di tutti i marchi del gruppo. La diminuzione rispetto all’anno precedente è solo del 4,5 per cento. Ma il 2020 è stato un brutto anno a causa di Corona e il risultato del lotto del 2021 era generalmente al livello del 2011. Prima della crisi di Corona e chip, la casa automobilistica era ancora in grado di vendere 10,9 milioni di auto a uomini o donne nel 2019.


Le auto elettroniche segnano punti

Solo le cariche delle auto elettriche si distinguono davvero dai personaggi del gruppo. Con 452.900, il numero è quasi raddoppiato rispetto all’anno precedente. Nonostante l’aumento, i modelli elettronici rappresentano solo il 5,1% delle vendite totali. Tuttavia, il gruppo si considera il leader di mercato dei veicoli completamente elettrici in Europa. Anche le vendite di veicoli ibridi plug-in sono aumentate in modo significativo in tutto il mondo, raggiungendo 309.500 veicoli (+61%). Un piccolo sguardo laterale alla rivale Tesla: il produttore di auto elettriche pure ha gestito 936.172 consegne in tutto il mondo con i suoi modelli elettrici nel 2021, il doppio del numero della gamma VW, che non si avvicina nemmeno ai PHEV. La Volkswagen sta ora lavorando – costruendo auto elettriche più veloci e redditizie anche dei motori a combustione finora – utilizzando nuove tecnologie e un nuovo stabilimento vicino a Wolfsburg (vedi galleria fotografica).

READ  Julius Baer si separa dal gestore patrimoniale di Zurigo



4 (119.600 unità), ID.3 ne ha 75500, Audi E-Tron 49200, Skoda Eniac 44700, Volkswagen E-Up 41400 e Porsche Taycan fino a 41300.


Il business asiatico rallenta

La Cina resta il mercato più importante per il Gruppo Volkswagen. Ed è proprio qui che la mancanza di chip ha avuto l’impatto maggiore. Le consegne qui sono diminuite del 14,1% a 3.304.800 veicoli. Anche quadruplicare le tariffe per le auto elettriche a 92.700 auto non ha aiutato. Nell’intera regione dell’Asia del Pacifico, le consegne sono diminuite anno su anno del 12,4% a 3.610.600 veicoli. Il Gruppo Volkswagen ha dovuto arrendersi anche nel mercato dell’Europa occidentale (meno 2,7%). Le consegne sono state di 2.860.400 unità nel 2021. La quota di veicoli elettrici è stata del 10,5%. Dopotutto: nella regione nordamericana, 908.400 clienti di un marchio collettivo hanno ricevuto le loro nuove auto, con un enorme aumento del 15,6%. Il gruppo è anche riuscito ad aumentare le consegne nella regione sudamericana rispetto all’anno precedente. Un totale di 514.600 veicoli sono stati consegnati ai clienti, con un aumento del 5,1%.



In aumento i marchi di lusso, Seat, Porsche e Trucks

Volkswagen è rimasto il marchio più forte del gruppo con vendite di 4.896.900 veicoli (-8,1%). Con 1.680.500 consegne (-0,7%), Audi è quasi riuscita a mantenere il livello dell’anno precedente. Al contrario, le azioni Skoda sono diminuite del 12,6%. I cechi hanno solo 878.200 nascite. Seat e Porsche possono invece aspettarsi aumenti significativi. La filiale spagnola ha effettuato 470.500 consegne, con un aumento del 10,3%. Porsche gestisce 301.900 consegne e persino un aumento del 10,9%.



READ  Raiffeisen Berna permette ai clienti di "morire di fame" prima di Natale

Mentre Volkswagen Veicoli Commerciali ha chiuso leggermente in rosso (3,2%), i marchi di autocarri Scania e MAN hanno mostrato una crescita significativa. Per MAN, c’è un aumento del 27,8 per cento nel bilancio e Scania è quotata con un aumento del 25,4 per cento. In rialzo anche i marchi di lusso Bentley, Bugatti e Lamborghini, tutti in crescita del 23,6%.


conclusione

Il gruppo Volkswagen, che è a corto di chip a causa della pandemia di Corona, sta subendo un taglio delle vendite dal 2021 al 2011. Solo i modelli elettrici e i marchi di lusso Bentley, Lamborghini e Bugatti se la cavano bene con le auto. Ma non possono memorizzare le vendite totali con i loro numeri. Tuttavia, una diminuzione del volume e un aumento dei marchi costosi possono aiutare a generare profitti.