Novembre 27, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

“Tu non sei il sole”

8:20

Wolff su Alonso: “Non sei il sole”

Non è un segreto che Fernando Alonso abbia ripetutamente provato negli ultimi anni a trovare un lavoro con la Mercedes. Come è noto, ciò non è mai accaduto. In una conversazione con il Daily Mail Toto Wolff ora fa capire che questo ha qualcosa a che fare con la posizione dello spagnolo.

“Fernando Alonso è senza dubbio uno dei migliori piloti di Formula 1 di tutti i tempi. È deludente per lo sport che non abbiano vinto più di due titoli. Ma devi sapere che sei solo una parte del sistema solare. non sono il sole”, spiega Wolff.

L’austriaco continua: “Alcuni piloti danno cattivi consigli. Sono al centro dell’attenzione dei media e stanno iniziando a pensare di essere il Sole. Ma tu non lo sei, nessuno di noi. Siamo satelliti. Siamo i pianeti che orbitano”. Sembra che gli manchi quell’atteggiamento umile in Alonso.

15:59

Per oggi è tutto!

Con ciò, abbiamo già raggiunto la fine della giornata di trading di oggi. Domani ti ricontatteremo con un nuovo numero. A causa della differenza di fuso orario dal Messico, inizieremo ovviamente un po’ più tardi in modo da poterti portare notizie fresche direttamente dalla pista fino a tarda notte.

Buon riposo mercoledì e a domani!


15:54

Conferenze stampa in Messico

Intanto sono state annunciate le coppie di piloti che ci aspettano domani al PK in Messico. A proposito, a causa della differenza di orario, non inizia prima delle 19:30. Inoltre, ora conosciamo gli ospiti per la riunione dei capi squadra di venerdì (20:00). Ci aspettano Laurent Mikis (Ferrari) e Christian Horner (Red Bull), e nella seconda parte, Laurent Rossi (Albin) e Franz Tost (Alpha Toure).

Qui al bar, come sempre, accompagneremo entrambi i PK dal vivo. Ecco una panoramica completa:


15:27

A proposito di Messico…

Quando si tratta di Autodromo Hermanos Rodriguez, si tratta principalmente dell’alta quota e del suo effetto sul pilota e sui materiali. Ma perché svolgere un ruolo così importante per le auto, soprattutto per i motori? Perché le unità di potenza dovrebbero essere raffreddate di più? E perché le squadre sono leader lì con le più alte specifiche di resistenza alla compressione?

Le risposte a tutte queste domande le trovate qui!


14:48

Tutto è nuovo per Tsunoda

Per un principiante, la prossima tripla testa significa una partenza verso l’ignoto. “Conosco solo i tre tracciati per tricipiti del simulatore”, rivela e ricorda: “Inoltre, in Brasile ci sarà di nuovo un format di qualificazione sprint, il che significa meno tempo di allenamento”.

Quindi non sono i termini più facili. Riguardo alla prima delle prossime tre gare, spiega: “Il Messico sarà molto divertente, ma non è un’esperienza facile per me”. Lo stesso vale anche per altri principianti in questo campo. Nemmeno Schumacher e Maspin hanno guidato lì.


14:04

Ecco come appare in Arabia Saudita

Come stanno andando i lavori in Arabia Saudita? Dopotutto, guiderai lì la Formula 1 per la prima volta in un mese. Le risposte ci sono In questo nuovo video Con spunti interessanti! Personalmente, penso che il ciclo sembri finito. Ma sono ottimisti sul posto che tutto sarà pronto in tempo.


13:45

Piloti di Formula 1 come lottatori

Buona idea: la Formula 1 una volta pensava a come sarebbero state le maschere di 20 piloti di Formula 1 se fossero stati lottatori messicani. Le maschere hanno una grande tradizione lì. I design sono basati sui caschi dei conducenti. Questo mi ricorda la campagna di pubbliche relazioni prima del GP del Messico 2015, quando Hamilton salì sul ring in persona! Ma senza maschera…


13:27

Rosberg: stampa su Verstappen

Il tedesco sa che aspetto ha una battaglia mondiale contro Lewis Hamilton. In ‘Sky’ ora spiega che la situazione è “estrema” per Max Verstappen. “È un sogno diventare un campione del mondo di Formula 1”, ricorda, “ma non sai se avrai mai più questa possibilità. Il regolamento cambierà radicalmente l’anno prossimo”.

“Non si sa mai se la Red Bull avrà mai più una macchina così buona. Quindi la pressione è su Max per affrontarla”, dice Rosberg, che spiega anche: “Finora sta andando davvero bene. Non lo è. Sembra che sia sarà davvero sotto pressione”. Finora, Rosberg è l’ultimo pilota a battere Hamilton nel duello per il titolo nel 2016.


13:26


Rosberg parla dello stato di pressione del “giovane” Max Verstappen

Nico Rosberg parla dell’enorme pressione di Max Verstappen nella lotta per il Campionato del Mondo (Durata video: 33 secondi).


13:11

La Williams ha piani a lungo termine con Albon

Lo rivela il capo della squadra Joost Capito In una conversazione con “The Race”. “Volevamo un pilota che abbia esperienza in Formula 1 e sia ancora sulla buona strada per raggiungere il vertice”, rivela, aggiungendo: “Se vuoi costruire una squadra, hai bisogno anche di coerenza”. Quindi spera che Albon rimarrà con la squadra per diversi anni.

“Naturalmente bisogna sempre aspettare per vedere cosa succede e come si sviluppa tutto. Ma l’intenzione è quella di stare con lui per molto tempo”, spiega Capito. Albon dovrebbe condurre solo una stagione con la Williams e poi tornare alla Red Bull. Grove sembra convinto delle sue capacità.


12:52

Anche in questo thread…

…a proposito, mi viene in mente un’altra serie di foto! Abbiamo dato un’occhiata ai piloti nella storia della Formula 1 – come Hamilton – che hanno scommesso quando hanno cambiato squadra e, in retrospettiva, hanno preso la decisione giusta. In confronto, ecco dieci modifiche alla squadra che sono andate completamente storte…


12:42

Lupi: i successi di Hamilton sono sottovalutati

“Penso che Lewis non abbia la reputazione che dovrebbe avere”, ha detto il capo del team Mercedes. In una conversazione con il Daily Mail “Solo quando si dimette che le persone capiscono la portata dei suoi successi”, spiega. L’austriaco aggiunge: “Le persone che dicono di poter diventare campioni del mondo nell’auto di Lewis – perché non ti siedi in quella macchina?”

“Perché è passato dalla McLaren alla Mercedes nel 2013? È stata una mossa coraggiosa”, ricorda Wolff. Perché all’epoca – anche se oggi è difficile immaginarlo – la McLaren era la squadra di maggior successo e il miglior titolo in Formula 1. Secondo Wolff, non tutti i piloti avrebbero osato fare quel passo.


12:24

Isola: Non è tutto senza coperte elettriche (ancora)

Alcuni in Formula 1 vorrebbero sbarazzarsi immediatamente delle loro coperte elettriche. Spiega Mario Isola di Pirelli In una conversazione con “auto motor und sport”Perché questo non funziona. “I conducenti scendono e spingono. Ciò distruggerà la gomma all’istante”, avverte, spiegando, “Dovremmo essere circa 18 psi. [Reifendruck] Cominciato.”

“La potenza del pneumatico salirà a 28,29 psi. Questa è un’estrapolazione che abbiamo fatto prima”, spiega Isola, aggiungendo: “Avresti bisogno di una struttura con un ingombro abbastanza simile, indipendentemente dal fatto che fosse 18 o 28 PSi Questo è un approccio molto diverso alla progettazione di pneumatici, qualcosa del genere richiede tempo”.

“L’altro punto è che le miscele possono funzionare tra 20 e 130 gradi Celsius. Altrimenti c’è il rischio di una granulazione significativa con pneumatici freddi. O di un’usura o ulcerazione significativa con pneumatici caldi”, ha affermato l’italiano. Ecco perché non puoi semplicemente lasciare le coperte elettriche dietro.

“Ci vuole tempo, e richiede nuovi concetti e idee”, afferma Isola.


12:05

36 anni fa oggi…

… Keke Rosberg ha festeggiato la sua quinta e ultima vittoria in Formula 1. Il campione del 1982 ha vinto la finale del 1985 ad Adelaide per l’ultima volta per la Williams prima di lasciare il palco della Formula 1 dopo una stagione senza vittorie nel 1986 con la McLaren. È stata anche l’ultima vittoria per un finlandese in Formula 1 prima che Mika Hakkinen fosse in grado di terminare la serie nel finale della stagione 1997.

Ad oggi, insieme a Mike Hawthorne nel 1958, Rosberg è l’unico pilota di Formula 1 che è riuscito a diventare Campione del Mondo con una sola vittoria a stagione!


11:46

Come sarebbe la Coppa del Mondo con il vecchio sistema a punti

Una volta ci siamo chiesti come sarebbero stati i Mondiali di Formula 1 nel 2021 se i punti fossero stati assegnati ancora oggi secondo la vecchia chiave 10-6-4-3-2-1 degli anni ’90 e convertiti. Nel campionato piloti, Verstappen ha preceduto di 110 punti Hamilton con 95 punti.

Entusiasmante: il suo vantaggio equivale a 1,5 vittorie di gara (15 punti), per così dire, mentre secondo la chiave attuale è una mezza vittoria (12 punti) davanti a Hamilton. Interessante anche: con i costruttori non sarà Mercedes ma Red Bull con 148:145 punti di vantaggio.

Cose come gli sprint o i giri più veloci, per i quali non sono stati assegnati punti in precedenza, non vengono presi in considerazione.


11:27

Perez sogna un titolo mondiale

Quest’anno il messicano fa da portatore d’acqua per Max Verstappen alla Red Bull. Ma non dovrebbe rimanere così nel 2022. “Voglio essere un campione del mondo”, ha detto Perez. Citato da “grandprix.com”. “E’ il mio sogno e penso di poterlo realizzare l’anno prossimo – ha detto Perez -. Ecco perché sono qui”.

A breve termine, il suo obiettivo ora è vincere in casa in Messico. E svela: «Ho sempre avuto un grande sostegno», spiegando che il suo Paese «merita» la vittoria. “Spero di vincere domenica”, ha detto Perez. Nella storia della Formula 1, nessun messicano ha mai vinto una gara di casa.


11:05

Wolff: il Messico “non è necessariamente il nostro percorso più forte”

“La gara precedente in Texas è stata un’ulteriore prova di quanto sia ferocemente competitiva questa stagione”, spiega il capo del team Mercedes Toto Wolff in vista del Gran Premio del Messico nel fine settimana, e ricorda: “La Red Bull ha fatto bene lì nel recente passato e hanno no. C’è necessariamente il nostro percorso più forte. “

“Ma quest’anno tutto è possibile e le piste su cui sei stato più debole finora sono diventate improvvisamente i tuoi punti di forza e viceversa. Questo crea un po’ di incertezza nella preparazione per il weekend di gara, che porta a più entusiasmo”, ha detto . Wolff, der vuole solo guardare “da una gara all’altra” nella battaglia del Campionato del Mondo.

La Red Bull ha vinto due delle ultime tre gare in Messico. Nell’ultima edizione del 2019, Hamilton era al top.

READ  Introvabile - Il talento di Holland Ihattaren è scomparso