Ottobre 16, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Triathlon – L’Italia vale un viaggio a Marcus Lucas

Per il Breitencer Marcus Lucas, il clou della stagione è stato l’Ironman con l’Italia nella provincia italiana dell’Emilia-Romagna. La competizione è stata condotta come un gruppo di età pura, il che significa che all’inizio non c’erano atleti professionisti.

Durante le prime ore e sotto i 25 gradi, Weinweertler ha preso un buon ritmo nella nuotata di 3,8 km ed è stato in grado di raggiungere il suo tempo target di meno di un’ora in 59:35 minuti. Dopo il cambio ha percorso un percorso ciclabile lungo 180 km, che inizialmente ha percorso due giri in doppio carro, con una piccola salita al paese di Bertinoro alla fine di ogni giro.

“Non ho nemmeno dovuto andare al wattaggio di destinazione per raggiungere il tempo target di circa 4:50 ore perché la velocità in pista era buona”, ha riferito il 35enne. : 07 Completati a una media di 37,88 km/h. “Fino ad allora stava andando bene. Ho commesso un errore all’inizio della corsa per pigrizia e stupidità e ha comunque perso la sua posizione migliore”.

“Se fossi stato paziente fino alla mezza maratona, sarebbe stato meglio”.
Marcus Lucas ha commesso il suo nuovo errore mentre correva

Proprio perché è stato in grado di risparmiare grano sulla moto, ha iniziato l’ultima maratona molto velocemente e ha corso in media 4:00 minuti sul primo chilometro in quattro giri, il che significa una maratona in 2:48 ore. Già nel secondo e terzo giro Lucas aveva commesso questo errore due e tre volte: una grossa 20 km a Freitziner.

Alla fine, Lucas ha terminato la maratona alle 3:19, e nella mezza maratona aveva ancora 1:31. “Non ero molto soddisfatto della prestazione complessiva, perché ovviamente ce ne sarebbe stata di più. Perché se avessi avuto pazienza fino alla mezza maratona, sarebbe stato meglio”, ha infastidito il biglietto distrettuale.

READ  L'Italia ha finora espulso più di 1.600 afgani

Alle 9:11:42 era ottavo nella sua fascia d’età e 22esimo su circa 1.500 partenze. “Almeno ero il migliore austriaco, dovresti essere sempre positivo da una gara”, ma non ha mai perso il senso dell’umorismo.