Gennaio 27, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Tire Wind Mobility rileva la filiale e lancia in Italia

Questa è la terza acquisizione della società quest’anno ed è il diciottesimo paese attivo.

La start-up berlinese Tire acquisisce Vento Mobility, una filiale italiana di Wind Mobility chiamata SRL. Non è chiaro quanti soldi dovrebbero essere messi sul tavolo dei pneumatici per questo. L’azienda, che si definisce il principale fornitore europeo di soluzioni di micromobilità condivisa, sta entrando nel mercato italiano. La società afferma che gli e-scooter pneumatici saranno disponibili “immediatamente” nelle città di Barry e Palermo. Nei prossimi giorni e settimane si aggiungeranno altre città italiane, comprese le principali città del Paese. Più di 1.000 dipendenti della filiale eolica ora lavorano per il ponte.

Dopo l’acquisizione di The Macy’s e Prossima bici Vento è la terza acquisizione di terreni quest’anno. A quanto pare, ora la start-up punta sempre più sull’Italia: e non solo Prossima bici A partire da gennaio consegnerà 400 biciclette e 20 e-bike in 63 stazioni di Bergamo. Questi devono essere gestiti per conto dell’azienda di trasporto pubblico ATP.

Lawrence Lushner, CEO e co-fondatore dell’azienda, afferma che il complotto cerca di sostenere le città nel percorso verso un futuro senza emissioni. Saverio Galardi è stato l’ex Country Manager Italia di Wind – ora il nuovo Direttore Generale Italia. Crede fermamente nelle potenzialità della sua posizione: “L’Italia è un mercato in crescita entusiasmante per i servizi di micromobilità condivisa e ha un grande potenziale per crescere ulteriormente negli anni a venire”.

La trama è rappresentata in più di 165 città in 18 paesi. La società afferma che prevede di espandersi ulteriormente nel 2022. Da quest’anno guida e-bike ed e-moped oltre agli e-scooter in molti paesi europei. A ottobre, Tyre ha anche annunciato i primi risultati del round di finanziamento della Serie D da $ 200 milioni. L’azienda si definisce la società di micromobilità meglio finanziata in Europa. La tranche da 2 miliardi di dollari ha accumulato fino ad oggi 660 milioni di dollari di capitale proprio e debito.

READ  Un modello per la Germania?: l'Italia ha un record di vaccini