Dicembre 8, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Test Tesla nei Paesi Bassi con dieci siti> teslamag.de

Nessuno sviluppatore ha postato su Twitter la scoperta che contiene l’ultima versione dell’app Tesla Ricarica di auto elettriche di altri produttori nelle stazioni di sovralimentazione Per l’azienda – e lo stesso giorno è diventato ufficiale e sono iniziati i test. Tesla ha pubblicato una nuova pagina di supporto intitolata “Accesso al compressore per marchi di terze parti” e ha dichiarato che sarà inizialmente disponibile in dieci delle proprie stazioni nei Paesi Bassi.

Test del compressore in Olanda

Al momento, questa è solo una frazione dell’intera rete mondiale di Supercharger, che, secondo il sito web supercharge.info, è composta da oltre 3.000 stazioni (la stessa Tesla ripete informazioni su oltre 25.000 stazioni di ricarica solo da maggio). Secondo la pagina di supporto “Il nostro obiettivo è sempre stato quello di aprire la rete Supercharger ai veicoli elettrici di altri marchi per incoraggiare più conducenti a passare alla mobilità elettrica”.

Tesla spiega che le 10 stazioni nei Paesi Bassi sono un progetto pilota. Prima di espandersi, “esamineranno gli effetti, registreranno qualsiasi sovraccarico e valuteranno il feedback”. E forse diretto ai loro clienti che temono la congestione di infrastrutture di ricarica precedentemente esclusive: “Le sedi future per veicoli di altre marche si apriranno solo se la capacità lo consentirà”. Hai un nuovo filtro per “Supercharger aperto a marchi di terze parti” (vedi lo snippet sopra).

sul prossimo L’apertura del Tesla Supercharger è stata ipotizzata ancor prima che l’app fosse scoperta. Nel complesso, il CEO Elon Musk ha confermato nel luglio di quest’anno. Ha senso iniziare in Europa perché Tesla utilizza lo standard CCS qui, a differenza degli Stati Uniti: quasi tutte le altre auto elettriche hanno prese per questo. Se desideri caricare il Supercharger da una terza parte, ora devi installare l’ultima versione 4.2.3 dell’app e creare un account Tesla. Nel sito, devi quindi selezionare il sito e inserire il numero di colonna desiderato, con l’inizio di “Inizia spedizione”.

READ  Colli di bottiglia nella consegna globale - La carenza di chip ora colpisce anche gli iPhone di Apple

Le auto elettriche Stranger pagano di più in Tesla

È ancora più facile per i conducenti Tesla, perché la ricarica inizia con loro semplicemente collegando un cavo Supercharger. Per essere al sicuro, Tesla afferma esplicitamente che possono continuare a utilizzare i loro compressori gratuiti. E i tuoi clienti devono pagare meno dei clienti esterni: “I conducenti Tesla possono continuare a caricare alla stessa tariffa”, la pagina di supporto risponde alla domanda. Per gli altri veicoli elettrici, invece, si terrà conto dei costi aggiuntivi che ne derivano, attraverso preparativi tecnici e “aggiustamenti necessari ai nostri siti”. Tesla non indica l’importo esatto. Questo varia in base alla posizione e può essere verificato nell’app.