Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Terzo vaccino corona – Vaccino di richiamo: quanto sono lontani gli Stati Uniti, l’Italia o la Germania – Notizie

La Svizzera lancia ufficialmente un terzo vaccino. Martedì l’autorità per gli agenti terapeutici Swissmedic ha mostrato la bandiera verde. Sono raccomandati dal governo centrale dall’età di 65 anni. Tuttavia, altri paesi hanno già avviato la vaccinazione di richiamo molto tempo fa. Una scelta:

Germania: Il paese ha raccomandato il vaccino di richiamo del governo per le persone con più di 70 anni dall’inizio di settembre. La vaccinazione con il vaccino MRNA deve essere effettuata almeno sei mesi prima del completamento della vaccinazione primaria. Una terza dose di richiamo dovrebbe essere somministrata anche a coloro che vivono in case di cura, personale infermieristico e altre persone a contatto con pazienti ad alto rischio.

Francia: La Francia ha già approvato le vaccinazioni di richiamo a settembre per chi è nelle case di cura, per chi ha malattie pregresse e per chi ha più di 65 anni. La Health Commission raccomanda inoltre di somministrare una terza dose agli adulti con sistema immunitario indebolito.

Mito:

Un vaccino a Parigi. In Francia, la campagna per il richiamo del governo ha lanciato una nuova offensiva contro il vaccino antinfluenzale.

Chiave di volta

Italia: La terza vaccinazione è iniziata cinque settimane fa in Italia. Inizialmente, solo i pazienti immunocompromessi ricevevano un terzo vaccino. Dalla fine di settembre, le persone di età superiore agli 80 anni e i residenti di case di cura e case di cura possono ricevere un terzo vaccino.

UK: Il governo britannico ha annunciato a marzo il vaccino di richiamo, possibile da settembre, dopo il quale sono state vaccinate oltre sei milioni di persone. Il booster è attualmente disponibile per persone con più di 50 anni, gruppi a rischio e personale sanitario e di manutenzione.

Austria: Ad agosto, alcune case di cura nella vicina Svizzera sono state lanciate con il vaccino di richiamo. Chiunque abbia più di 65 anni e sia stato vaccinato sei mesi fa può ora ricevere il vaccino di richiamo. Il booster è consigliato anche a chi ha malattie ad alto rischio. Il terzo vaccino è possibile per chiunque lavori in ambito sanitario o nelle scuole e asili nido.

Israele: Il Medio Oriente è un pioniere nei vaccini di richiamo. Gli anziani dell’estate sono riusciti a ottenere una terza pugnalata. Ora tutte le persone di età superiore ai dodici anni possono essere vaccinate per la terza volta.

Mito:

Il primo ministro britannico Boris Johnson scommette su un terzo vaccino. Nonostante l’alto numero di contagi, preferisce attendere il ripristino delle misure.

Chiave di volta

Stati Uniti: Anche negli Stati Uniti da settembre esistono vaccini di richiamo per specifici gruppi di popolazione. La FDA approva i vaccini di terze parti finanziati da Pfizer/Biotech e Moderna per gli over 65, i gruppi a rischio e coloro che vivono in case di cura. Il vaccino di richiamo con il vaccino Johnson & Johnson, precedentemente somministrato in una singola dose, è possibile per tutti i maggiori di 18 anni.

Canada: Ottawa ha annunciato questa settimana che i vaccini di richiamo per i dodicenni saranno presto disponibili. Ad esempio, la provincia occidentale della British Columbia inizierà a farlo a gennaio. Le persone di età superiore ai 70 anni possono ancora ricevere il vaccino di richiamo oggi.

L’OMS critica le campagne di richiamo


Apri la scatola
Chiudi la scatola

L’Organizzazione Mondiale della Sanità si è ripetutamente espressa contro i vaccini di richiamo. Senza un terzo vaccino, le persone nei paesi più poveri potrebbero essere rapidamente protette. In molti paesi, il tasso di vaccinazione rimane a una cifra.

In vista del vertice del G20 della prossima settimana, l’OMS ha nuovamente invitato le 20 principali nazioni industrializzate a inviare le loro donazioni di vaccini nell’emisfero australe.
Truppe.

READ  L'Italia introduce il 40esimo vaccino di richiamo