Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Terza discussione completata a Giga Berlin, mancano documenti Tesla > teslamag.de

Per la terza volta, lunedì (22 novembre) si è concluso un periodo durante il quale persone e associazioni che avevano presentato obiezioni allo stabilimento Tesla Giga di Grunheide vicino a Berlino hanno potuto spiegare e rispondere ai loro commenti. La prima iterazione era necessaria perché Tesla ha apportato ampie modifiche ai suoi piani per la fabbrica tedesca a giugno, e in secondo luogo, perché l’agenzia governativa per l’ambiente potrebbe aver annunciato che la discussione online si stava svolgendo troppo tardi. Tre settimane dopo, il secondo round è ora online, quindi il prossimo passo nel lungo processo potrebbe essere l’approvazione finale dopo molti in anticipo. Tuttavia, manca ancora la documentazione di Tesla.

Meno interessato a discutere di Tesla

Dopo la scadenza, il ministro dell’Economia del Brandeburgo Jörg Steinbach rimane ottimista sul fatto che le prime auto elettriche usciranno dalla catena di montaggio a Grunheid nel 2021, è stato riferito lunedì. Berliner Morgenpost. Non vede emergere “grossi problemi” dai commenti fatti nell’ultima tornata. Lo stato ha formato presto un gruppo di lavoro per l’impianto di Tesla e il ministro ha descritto l’umore come risolto, secondo il rapporto.

Un totale di 811 cittadini e organizzazioni hanno presentato obiezioni al progetto Tesla. Come un annunciatore pubblico RBB riportato lunedì onlineNella discussione online ricorrente dall’inizio di novembre a mezzogiorno, sono stati ricevuti solo otto nuovi commenti. L’interesse è nettamente diminuito. In ogni caso, alla scadenza della scadenza, è stato superato un importante ostacolo ufficiale: se Tesla non apporta di nuovo importanti modifiche ai suoi piani o non nota un altro bug ufficiale, l’impegno pubblico obbligatorio verrà completato.

READ  Nonostante Corona, le aziende stanno pubblicando di nuovo più posti di lavoro

Manca ancora la documentazione Gigafactory

La dichiarazione di Steinbach su un possibile avvio dell’impianto Giga nel 2021 corrisponde grosso modo a quanto Il CEO di Tesla Elon Musk a un festival all’inizio di ottobre Ha detto sul posto a Grünheide. Tuttavia, il ministro degli Affari economici ha anche affermato di non poterlo garantire. Alla fine, secondo il rapporto RBB, anche un rappresentante dell’agenzia governativa per l’ambiente ha fatto un’analoga – e più specifica – dichiarazione di cautela. Ha detto che non poteva fissare una data per l’approvazione finale. Forse sorprendentemente per alcuni, ha anche detto a Tesla che non aveva ancora fatto tutti i preparativi per questo: la società doveva ancora presentare alcuni documenti su questioni relative al controllo dell’inquinamento e alla legge sull’acqua.