Ottobre 26, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Starlink & Co: in futuro l’inquinamento luminoso sarà peggiore in Europa centrale

Quando si pianificano torri massicce con decine di migliaia di satelliti nello spazio, l’inquinamento luminoso risultante sarà più forte alla latitudine 50 (nord e sud). I satelliti saranno visibili nel cielo notturno di tutto il mondo, ma in misura diversa. Un team di ricerca canadese ha calcolato questo utilizzando calcoli del modello e dati di osservazione dai satelliti Starlink di SpaceX.

Mentre il 50° parallelo nell’emisfero australe attraversa solo l’Argentina e il Cile meridionali scarsamente popolati, la sua controparte settentrionale avanza attraverso la Germania, l’Europa centrale, l’Asia centrale e il Canada. In certi momenti, centinaia di satelliti saranno visibili contemporaneamente nel cielo, per tutta la notte.

Distribuzione prevista dei satelliti

(Foto: Lawler et al.)

Il team, guidato da Samantha Lawler dell’Università di Regina, l’ha co-progettato Incorporando la luminosità proiettata e la distribuzione di 65.000 satelliti da quattro mega torri. Questa quantità di veicoli spaziali è prevista per i progetti Starlink, OneWeb, Kuiper e Starnet/GW dalla Cina. Il team di ricerca ha calcolato come i satelliti vengono visti da diversi luoghi della Terra in diversi periodi dell’anno e della notte. In alcuni casi, diverse percento delle sorgenti luminose visibili nel cielo saranno tali satelliti, con gravi conseguenze non solo per l’astronomia scientifica. Anche la modifica dell’altitudine alla quale orbita il satellite non può risolvere il problema. sul suo sito web Puoi avere una semplice simulazione dei satelliti visualizzati nel cielo.

Insieme a di lavoro scientifico, presentato per la pubblicazione su The Astrophysical Journal, il team di Lawler contribuisce ad aumentare gli avvertimenti sull’espansione in corso e non regolamentata di Starlink & Co. Se migliaia di satelliti verranno effettivamente lanciati nei prossimi anni come annunciato, ciò avrebbe “conseguenze disastrose” per la ricerca astronomica e l’osservazione delle stelle, avverte. Sebbene l’infrastruttura proposta abbia molti potenziali vantaggi, potrebbe anche rendere difficile per l’umanità osservare l’universo. Ho parlato con Science News di un bivio. Il cambiamento previsto nel cielo è paragonabile al cambiamento tra il fascino che si aveva 100 anni fa, quando si vedeva occasionalmente un’auto, e la vita su un’autostrada trafficata oggi.

Secondo la simulazione, non tutte le regioni della Terra saranno ugualmente colpite dall’inquinamento luminoso delle torri satellitari per vari motivi. I satelliti si trovano per lo più vicino all’equatore nelle ombre della Terra di notte, quindi non saranno visibili. A nord (oa sud) centinaia di satelliti rimangono al di sopra del limite della visuale dell’occhio umano fino a mezzanotte circa. Tuttavia, questo può essere minimizzato almeno da orbitali più alti. Ciò avrebbe le implicazioni più gravi per gli osservatori in Canada (e in Europa centrale). Ma anche in Cile, dove si trova l’Osservatorio europeo meridionale, a volte centinaia di satelliti si illuminano contemporaneamente.

Il lavoro viene presentato anche sullo sfondo della continua espansione della rete satellitare Starlink da SpaceX – e a una velocità inferiore a OneWeb. I fornitori di servizi promettono di fornire un accesso Internet veloce ai siti che non sono ancora collegati economicamente. Più di 1.700 satelliti Starlink sono già stati lanciati da soli. Per molto tempo l’astronomia ha avvertito che il gran numero di oggetti artificiali nel cielo potrebbe limitare la ricerca, in alcuni casi. Non si tratta solo di ricercare lo spettro ottico, anche i radioastronomi si preoccupano delle loro osservazioni. Le modifiche apportate finora da SpaceX sono di aiuto limitato. Lawler e il suo team avvertono anche che il gran numero di satelliti pianificati aumenterà notevolmente i rischi di collisioni pericolose.

L’articolo contiene una grafica interattiva creata e fornita dal fornitore di servizi Datawrapper di Berlino. Per proteggere i dati in Datawrapper, vedere File protezione dati. Nessun dato personale o personale viene raccolto dai lettori di chat interattive.


(mese)

alla home page

READ  Hubble riesce a catturare una splendida immagine dell'Anello di Einstein