Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

SRF smetterà presto di mostrare giochi?

Ismeister Zag

I diritti televisivi per il torneo di hockey rimarranno in futuro con Sunrise/UPC. Questo è noto da molto tempo, ma un punto importante, anche cruciale, deve ancora essere chiarito: quali immagini potranno ancora essere trasmesse su SRF TV sponsorizzata dallo stato dalla prossima stagione? “Götterdämmerung” si avvicina a Leutschenbach?

Klaus Zag

Fin dall’inizio della nostra storia televisiva, questo è vero: sono arrivato alla televisione di stato, quindi sono. In altre parole: gli sport che non si possono vedere sulla televisione pubblica praticamente non esistono.

Chi ha contrattato per soldi pubblicitari senza questa presenza televisiva ha perso l’elemosina. Per un semplice motivo: in passato le emittenti private non avevano la portata o l’importanza politica della Radiotelevisione Svizzera (SRF).

Finora è stato chiaro: lo streaming live tramite canali di pagamento (ad es. Swisscom e SunriseUPC) va bene e alla grande. Ma non funziona ancora senza Leutschenbach. Quindi è sempre stato stipulato nei contratti con i detentori di diritti privati ​​che i produttori di TV sostenuti dallo stato dovrebbero ricevere “chips”: una serie di partite in diretta durante le qualificazioni e diritti di trasmissione in diretta nelle qualificazioni. Quando si tratta del titolo, il paese dell’hockey si è sostanzialmente riunito davanti agli schermi della SRF.

La lega ha ora venduto la sua anima (diritti TV) al settore privato e ha ceduto tutti i diritti a Sunrise/UPC (MySports) per cinque anni la stagione successiva. Tale contratto prevede ancora che a partire dalla prossima stagione (2022/23) la “Partita della settimana” durante la stagione regolare e poco dopo la fine di ogni turno, sarà disponibile gratuitamente la rivista “All Matches, All Goals”. Ma solo: su quale canale?

Sunrise/UPC non è più obbligata a fornire giochi gratuiti ai sensi del regolamento contrattuale alla TV svizzera.

Sunrise/UPC non è più obbligata a fornire giochi gratuiti ai sensi del regolamento contrattuale alla TV svizzera.

Foto: sda

Fino ad ora, la televisione sponsorizzata dallo stato è stata un canale gratuito (anche se dobbiamo pagarlo) per tali programmi liberamente accessibili. Ora ci sono molti di questi canali: Sunrise/UPC ha invece una rete via cavo partner con oltre 2 milioni di clienti, attraverso la quale è possibile riprodurre in streaming anche i giochi gratuitamente. D’altra parte, ci sono canali TV a banda larga gratuiti (come TV24).

Inoltre, le immagini possono essere distribuite online o tramite dispositivi mobili (OTT): Sunrise / UPC, ad esempio, ha più di 2,5 milioni di abbonati di telefonia mobile. Ciò significa: per la prima volta nella storia, il titolare dei diritti privati ​​(Sunrise/UPC) non dipende più dalla televisione statale quando si tratta dell’obbligo di trasmissione gratuita. Sunrise / UPC può soddisfare i requisiti dell’immagine televisiva gratuita anche da sola o con un partner strategico.

Quella televisione di stato in gli sport Si è persa un’importanza significativa, sì, l’approccio del “Götterdämmerung”, che è sorprendente nella partenza di eminenti mediatori per le case di media private.

Una carriera televisiva è stata possibile solo una volta a Leutschenbach. I cambiamenti volontari in un annunciatore privato erano per noi rari quanto la partenza dei vescovi pontifici dalla Chiesa. Nel frattempo, volti o produttori sempre più noti lasciano le emittenti statali e passano a emittenti private (Roman Kielchesberger, Steffi Buchley, Stefan Borer, Herbert Zimmermann, Jan Peletter).

Il direttore della lega, Dennis Foucher, ha confermato che la lega non ha alcuna influenza su chi riceve gratuitamente le foto Sunrise/UPC della prossima stagione: “Il detentore dei diritti è libero di decidere a chi concedere le sub-licenze”.

La questione se l’anima alla fine sarebbe stata venduta se Leutschenbach avesse dovuto sedersi al tavolo della TV per la prima volta nella storia dell’hockey era controversa. Sottolinea che le abitudini televisive nella nostra società stanno cambiando. I consumatori televisivi che sono sempre più importanti per l’industria pubblicitaria non sono più i tipici consumatori SRF. “Una nuova generazione con abitudini televisive diverse”. È normale che i ragazzi paghino per determinati programmi (musica, film, sport).

La televisione di stato ha già importanti diritti sportivi internazionali in altri settori (come Champions League nel calcio). È ormai chiaro che questo sviluppo sta proseguendo anche nel mercato dei diritti televisivi nazionali.

Jann Bilet ha lasciato SRF e si è trasferito a MySports.

In termini puramente commerciali (accesso), una presenza sui canali di Leutschenbach non è più strettamente necessaria. Resta da chiedersi quanto sia importante la cooperazione politica e psicologica (dell’importanza percepita dello sport) con la televisione pubblica. Anche qui compare “Götterdämmerung”. Dovremmo (o forse) aspettarci che dalla stagione 2022/23 in poi, il torneo di hockey venga costantemente elaborato da apposite postazioni. In passato, gli inviati di Leutschenbach cavalcavano alti cavalli al tavolo delle trattative con i funzionari sportivi. Ora il direttore sportivo della SRF Roland Mägerle e Mephisto Adi Boss devono trasformarsi sempre più in culi magri e polverosi.

In ogni caso, presentare un torneo di hockey su MySports è già molto più divertente e tecnicamente fondato rispetto agli studi di Leutschenbach. C’è ancora un piccolo frammento di Grove nel DNA dei tempi di Hans A. Trapper, Manny Weber, Jacques Guentard, Martin Forgler e Weisel Gere. Quindi guardiamo le foto dell’hockey SRF mentre sono ancora in giro. In modo che possiamo dire ai nostri nipoti: “Sì, sì, figlio mio, è vero, c’era una trasmissione sportiva in diretta da Langnau ed Embry sulla TV sponsorizzata dallo stato …”

hockey su ghiaccio di Watson su Instagram

Selfie sulle spiagge più belle da Lombok a Honolulu, foto di insalata di quinoa e avocado, barbabietole vegane e porri: da noi non troverai niente di tutto questo. Abbiamo i migliori video di hockey su ghiaccio, le notizie più emozionanti e i detti più divertenti.

Seguici qui su Instagram.

Numeri di maglia della NLA che non vengono più assegnati

1/72

Numeri di maglia della NLA che non vengono più assegnati

Cosa: Keystone / Fabrice Cuffriny

Despacito con giocatori di hockey su ghiaccio

Potrebbero interessarti anche:

READ  Campionato tedesco: il Wolfsburg batte il Lipsia e torna in testa alla classifica