Gennaio 27, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Se puoi farlo in Italia, puoi farlo ovunque

Il fatto che George Friedrich Handel si sia recato in Italia poco più che ventenne è un po’ sorprendente: se non qui, dove ha imparato il mestiere un musicista? Ma Händel non sapeva molto sull’elogio della musica italiana. Formatosi come organizzatore e musicista di chiesa, lui e i suoi omologhi italiani non hanno osato sporgere il pollice. Quindi è stata l’arroganza del giovane a portarlo in Italia, forse più della sua voglia di credere nel potere: chi lo fa qui, lo fa ovunque. Händel trovò immediatamente ricchi mecenati per assumerlo; Nessuno di loro aveva intenzione che il giovane imparasse molto di più. Il “Dixit Dominus”, composto nel 1707 nel primo anno di Händel in Italia, non fu mai opera di un viaggiatore. È così che compone la musica qualcuno che vuole sbaragliare la concorrenza dal campo nel modo più devastante possibile.

Ottieni accesso illimitato a tutti gli articoli B+, incluso l’audio, sulla Berliner Zeitung.

Gratis per 1 mese.

Poi un abbonamento mensile di 9,99.

Può essere annullato in qualsiasi momento durante il periodo di prova.

Prova 1 mese gratis

READ  I giornali italiani si preparano alle finali di Euro e Wimbledon