Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Scoperta di un buco nero nascosto negli ammassi stellari

I ricercatori hanno scoperto un nuovo buco nero. È la prima volta che viene rilevato un buco nero al di fuori della Via Lattea utilizzando questo metodo.

Le basi in breve

  • Scoperto un nuovo buco nero nella Grande Nube di Magellano.
  • La singolarità relativamente piccola ha solo 11 masse solari.
  • Gli astronomi hanno dedotto la posizione in base al suo effetto sul movimento della stella.

Osservatorio europeo meridionale (ESO) al di fuori via Lattea Scopri un nuovo buco nero. Ciò è stato ottenuto con l’aiuto del Very Large Telescope (VLT) nel nord del Cile. Scienziati di astronomia Individua il buco nero in base al suo effetto sul movimento della stella nelle sue vicinanze.

Questa stella, a sua volta, faceva parte di diverse migliaia stelle Il massiccio ammasso stellare NGC 1850. Si trova in una delle nostre galassie vicine, la “Grande Nube di Magellano”. Questo è a circa 160.000 anni luce da noi.

Questa è la prima volta che un buco nero è stato trovato al di fuori della Via Lattea in questo modo, secondo l’Innovation Report.

Ti interessa l’astronomia?

I ricercatori ora sperano nel futuro Più buchi neri Poter scoprire con la stessa metodologia. Ciò è necessario per poter un giorno dedurre l’origine di queste singolarità.

Un buco nero è costituito da “solo” 11 masse solari.

Un buco nero esistente è relativamente “leggero”, costituito da sole 11 masse solari. Attorno ad esso ruota una stella con cinque masse solari. Buchi neri simili sono già stati scoperti in altre galassie. Qui però è emerso un approccio diverso: invece di avvicinarsi al buco nero in base al comportamento stelle, è stata raccolta la luce dei raggi X emessa dalle singolarità.

I raggi X vengono emessi quando un buco nero ingoia materiale. Inoltre, le onde gravitazionali possono aiutare a dedurre la posizione del buco nero. Le onde gravitazionali sorgono quando i buchi neri si scontrano tra loro. O quando si scontra con stelle di neutroni.

Ma i buchi neri non possono sempre essere rilevati in questo modo. Stefan Drisler, membro del gruppo di ricerca dell’Università di Göttingen (d): “La stragrande maggioranza può essere rilevata solo attraverso il movimento”. Quindi i buchi neri correranno sul percorso di coloro che li circondano stelle Un effetto sottile ma dimostrabile. “Così possiamo trovarlo con strumenti molto sofisticati.”

Maggiori informazioni su questo argomento:

stella del buco nero


READ  La musica dei film dovrebbe rimanere la stessa