Settembre 20, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Samsung Galaxy Z Fold 3 in fase di test

Questo è il Samsung Galaxy Z Fold 3.

DPA

Uno smartphone e un tablet in un unico dispositivo pieghevole: questo è il Galaxy Z Fold 3. Samsung vuole finalmente realizzare dispositivi pieghevoli per le masse. Ci siamo già riusciti, ma rimane un problema.

Più economico, più resistente e adatto a tutti: questo è il piano di Samsung per i dispositivi pieghevoli, ovvero gli smartphone che possono essere piegati. Tralasciando il piccolo ostacolo del prezzo di acquisto di 1.800 franchi, la piegatura Z di terza generazione ha funzionato.

Niente più pellicole sensibili ai graffi, nessuna misteriosa perdita di display, dopo due settimane in tasca anche niente polvere dietro lo schermo. Anche l’ampio spazio nell’articolazione progenitrice è stato notevolmente ridotto. NUOVISSIMO: sia il Galaxy Z Fold 3 che il più piccolo Z Flip 3 sono ora a tenuta stagna.

Tutto sommato, la nuova piega sembra più piena, meglio gestita e più matura rispetto al suo predecessore. L’unica domanda rimasta è: chi ne ha davvero bisogno?

ibrido sexy

Se chiedi al responsabile del marketing di Samsung, Mario Winter, gli smartphone normali ora sono quasi noiosi ed è in realtà un aneddoto. Ecco perché le pieghe dovrebbero riportare questa particolare novità. La sua tesi: “Una piega così e non tornerà indietro”. All’inizio sembra strano, ma chiunque abbia usato un dispositivo del genere capirà meglio la frase. Il Galaxy Fold è un interessante mix di uno smartphone bloccato – assurdamente lungo e stretto – e un tablet aperto – un po’ insolito – quadrato.

Tutti gli aspetti della vita quotidiana dello smartphone, grandi e piccoli, come messaggi, chiamate o una rapida occhiata allo schermo possono essere eseguiti con la cover chiusa. Se è necessario più spazio di visualizzazione, ad esempio per foto, social network, notizie, siti Web o lavoro mobile, è possibile sbloccare il dispositivo e utilizzare il grande schermo. Questo funziona bene nella vita di tutti i giorni. Dopo alcuni giorni, la piega si apre sempre di più e il lato dello schermo esterno viene utilizzato meno spesso.

READ  I giochi di relazioni chimiche si sono disintegrati
Difficile all'inizio: digitare sulla tastiera in due parti del display interno del Galaxy Z Fold 3.
Difficile all’inizio: digitare sulla tastiera in due parti del display interno del Galaxy Z Fold 3.

DPA

C’è una rete nel mezzo

Ma una volta che ci si abitua alla stalla: all’inizio ci vuole lavoro. La tastiera su schermo è divisa in due parti, quindi all’inizio può essere difficile digitare. Se la tua mano è piccola, è difficile mantenere la piega aperta con i suoi bordi stretti. E se ti piacciono gli schermi piatti impeccabili, è meglio non guardare la curvatura chiaramente visibile al centro dello schermo. E francamente: se lo pieghi e lo metti in tasca, non dimenticherai per un secondo che è lì.

Indipendentemente da questi elementi esterni: all’interno c’è l’ultimo Snapdragon 888 5G di Qualcomm, insieme a 12 gigabyte (GB) di RAM e fino a 256 GB di spazio di archiviazione. Inoltre una tripla fotocamera (grandangolare, ultragrandangolare e teleobiettivo) da 12 MP ciascuna e una fotocamera frontale da 10 MP all’esterno in uno schermo da 6,2 pollici. Samsung ha nascosto una fotocamera dietro lo schermo interno pieghevole da 7,6 pollici con una frequenza di aggiornamento di 120Hz, che può essere vista solo quando necessario.

Con questa configurazione, la funzione di piegatura non si preoccupa per il momento, nemmeno se esegui due o tre finestre con un elaborato software 3D o un gioco sul grande schermo. Se ti piace – e vuoi investire un po’ di soldi in più – puoi anche digitare sullo schermo pieghevole con una S-Pen in edizione speciale.

Il Samsung Galaxy Z Fold 3 ora può essere alimentato anche con versioni speciali della S-Pen di Samsung.
Il Samsung Galaxy Z Fold 3 ora può essere alimentato anche con versioni speciali della S-Pen di Samsung.

Samsung

Più finestre, più divertimento

Parlando di diverse finestre, possono essere facilmente distribuite su uno schermo pieghevole. Ad esempio, per trasferire dati da un’e-mail a una tabella o per riprodurre un video contemporaneamente. Pratico: se la piega è piegata a metà come un notebook, alcuni software possono effettivamente trarne vantaggio, quindi YouTube mostra le animazioni nella parte superiore e le descrizioni, i commenti e i motivi simili nella parte inferiore.

READ  Blade & Soul - L'aggiornamento Unreal Engine 4 è ora disponibile

Samsung ha investito molto tempo nella personalizzazione delle app per le configurazioni a due schermi. Finora, questo è stato un punto debole del concetto di piega. Pochissime applicazioni sono state in grado di sfruttare il concetto innovativo. Quindi, ad esempio, non è possibile passare senza problemi tra display interni ed esterni senza riavviare l’app, o le app sembrano semplicemente distorte.

Nel frattempo, tutte le app Microsoft e Google più grandi possono utilizzare il grande schermo o distribuire i contenuti in modalità piegata a metà. E l’elenco delle applicazioni adatte sta crescendo: ci sono già nomi come Prime Video, Disney + o TikTok.

Una volta aperto, il Samsung Galaxy Z Fold 3 si trasforma in un tablet con schermo da 7,6 pollici.
Sempre più app sanno cosa fare con lo schermo pieghevole.

DPA

Funziona in modo affidabile, quindi può funzionare

I piani di Samsung di creare smartphone pieghevoli come categoria di dispositivi hanno avuto finora un impatto duraturo. Ma c’è ancora molto da fare. Secondo le analisi di mercato dei coreani, solo il 23% delle persone sa cos’è la piegatura. E prima ancora di acquistarne uno, dovrebbe esserci più valore aggiunto oltre all’aspetto lifestyle.

La versione entry-level dello smartphone pieghevole Samsung costa 1.799 franchi. Per quel prezzo elevato, non otterrai un caricabatterie, ma ottieni molti telefoni e tablet di fascia media e molte possibilità. La tecnologia di piegatura ha ormai raggiunto un livello adatto all’uso quotidiano.

Se Samsung continua ad adattare le app e a sviluppare nuovi usi per il nuovo concetto, i dispositivi pieghevoli potrebbero dimostrarsi permanentemente al di là delle tasche, si spera non troppo anguste, di ricchi appassionati di tecnologia.

Se non vuoi investire 1.799 franchi ma vuoi comunque piegare il tuo telefono: con lo Z Flip 3, Samsung ha un modello più piccolo che ricorda i vecchi telefoni per 1.049 franchi.

READ  L'app di allerta del coronavirus dell'UE ora controlla l'autenticità delle testimonianze