Settembre 20, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Roccia della Groenlandia settentrionale – I ricercatori scoprono l’isola più settentrionale del mondo – Notizie

I ricercatori hanno scoperto per caso l’isola più settentrionale del mondo durante una spedizione al largo della costa della Groenlandia. Il suo diametro è di circa 30 metri, il punto più alto si eleva a circa tre metri sul livello del mare.

L’isola è sorta da sotto il ghiaccio che si scioglie; Si trova a circa 780 metri a nord-ovest dell’isola, che in precedenza era considerata il punto più settentrionale del mondo.

Leggenda:

Si dice che l’isola appena scoperta si chiami “Qartak Avanarlek”.

Reuters

“Non avevamo intenzione di scoprire una nuova isola”, ha detto l’esploratore polare Morten Rush. “Siamo andati lì solo per raccogliere campioni”. Gli scienziati inizialmente credevano di aver raggiunto l’isola di Oodaaq, un’isola scoperta da un gruppo di ricerca danese nel 1978. Solo in seguito, dopo un attento esame del sito, hanno scoperto di trovarsi su un’altra isola, 780 metri a nord-ovest.

“Tutti erano così felici che presumibilmente abbiamo trovato l’isola di Udaq”, ha detto l’imprenditore svizzero Christian Lister, fondatore della Fondazione Lister, che ha finanziato la spedizione. “È un po’ come gli esploratori del passato che pensavano di finire in un posto, ma in realtà sono finiti in un posto completamente diverso”.

La piccola isola nuova, di circa 30 metri di diametro e alta circa tre metri, è costituita da fango, terra e rocce lasciate dai ghiacciai. I ricercatori suggeriscono di chiamare l’isola “Qeqertaq Avannarleq”, che significa “l’isola più settentrionale” della Groenlandia.

Molti hanno cercato prima inutilmente

Negli ultimi decenni, diverse spedizioni americane in questa regione hanno cercato l’isola più settentrionale del mondo. Gli scienziati affermano che sebbene abbia subito lo spostamento di massa del ghiaccio, l’aspetto dell’isola non è un risultato diretto del riscaldamento globale.

La regione a nord della Groenlandia ha uno degli strati più spessi di ghiaccio polare, ha affermato Rene Forsberg, professore e presidente del dipartimento di geodinamica presso il Danish National Space Institute. Ha aggiunto, tuttavia, che il ghiaccio ora è spesso solo da due a tre metri in estate. Quando visitò per la prima volta l’area nel 1978 come parte di una spedizione che scoprì Udaq, il ghiaccio era spesso quattro metri.

Probabilmente nessuna nuova rivendicazione territoriale

La capacità di un paese di espandere le sue rivendicazioni territoriali nell’Artico dipende dal fatto che si tratti effettivamente di un’isola o se sia solo il tipo di sabbia che può scomparire di nuovo. L’isola deve essere sopra il livello del mare anche con l’alta marea. Secondo Forsberg, la nuova isola soddisfa questi criteri. “Questo è attualmente il pezzo di terra più settentrionale del mondo”.

Ma Forsberg, un consigliere del governo danese, ha affermato che è improbabile che la rivendicazione territoriale della Danimarca a nord della Groenlandia cambi di conseguenza. Perché: “Queste isolette vanno e vengono”.

READ  L'uragano Ida ha toccato terra in Louisiana, USA