Gennaio 17, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Restrizioni Corona in Italia – L’Italia amplia i vaccini obbligatori e limita l’ingresso – Notizie

Vaccinazione obbligatoria estesa in Italia: Anche il personale delle scuole, dell’amministrazione del dipartimento della salute, della polizia, dell’esercito e dei servizi di emergenza deve permettersi di lavorare contro il governo-19. Il governo del presidente del Consiglio Mario Draghi ha approvato l’allargamento a fine novembre. Finora, il requisito del vaccino si applica solo agli operatori sanitari.

Vaccini richiesti: “Nel vaccino obbligatorio è incluso anche il vaccino di richiamo”, afferma il corrispondente di SRF Italia Philippe John. Con questa espansione della vaccinazione obbligatoria, il personale che lavora negli ospedali ora ha bisogno del vaccino di richiamo sei mesi dopo. Quando il certificato del vaccino contro la corona scade dopo nove mesi, tutto il resto del personale che deve essere vaccinato deve essere rinnovato. La vaccinazione è l’unica eccezione per le persone che hanno dimostrato di essere a rischio. In Italia, dice il giornalista, il quarto vaccino è già argomento di conversazione.

Il 2G si applica in molti luoghi: Il governo italiano ha già introdotto la regola 2G il 6 dicembre in molti ambiti della vita pubblica. Da allora, chi non è stato vaccinato o guarito non può più mangiare a casa, ad esempio andando in discoteca o nei campi di calcio. La regola 3G è entrata in vigore anche sul trasporto pubblico locale.

Effetto 2G: “Molte persone sono state vaccinate dopo l’introduzione del 2G”, afferma il giornalista John. Il numero di nuovi vaccini è aumentato, secondo i rapporti regionali.

Violazioni della vaccinazione obbligatoria: Coloro che non aderiscono alla vaccinazione obbligatoria dovrebbero aspettarsi la sospensione e pagare lo sconto. Chi lavora senza vaccino verrà multato tra i 600 e i 1500 euro. I gestori delle rispettive strutture sono responsabili della verifica del rispetto delle nuove regole. In caso contrario, verrà inflitta una sanzione da 400 a 1000 euro.

READ  L'Italia invita il 12 ottobre in Afghanistan il vertice speciale del G20

Possibilità di restrizioni: “Dal momento che la necessità della certificazione è stata introdotta in Italia in ottobre, lo stato vaccinale di una persona può essere verificato relativamente bene”. Puoi capire dal certificato se è stato dato a causa di una vaccinazione o di un test.

Mito:

Entrare in Italia è diventato molto difficile.

Chiave di volta

Nuove regole di ingresso per l’Italia: Stranieri e italiani possono sottoporre il test Rapid Antigen fino ad un massimo di 24 ore o il test PCR fino a 48 ore prima. Le persone non vaccinate dovrebbero essere isolate per cinque giorni all’arrivo in Italia. Questo non si applica ai bambini di età inferiore a 12 anni.

L’UE non è entusiasta: L’Unione Europea ha approvato una norma che vieta di imporre restrizioni all’ingresso. “L’Italia parla chiaramente di sicurezza preventiva. Vogliono controllare il più possibile la diffusione della variante del virus Omigran”, ha affermato il giornalista John.