Settembre 24, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Report: l’Arabia Saudita vuole battere l’Italia per partecipare ai Mondiali del 2030

Prima partita a Roma, seconda partita a Riyadh? Come il portale online Atleti Secondo il rapporto, l’Arabia Saudita sta valutando una ristrutturazione Campionato Mondiale In nove anni – insieme ai campioni d’Europa dell’Italia. Nonostante la distanza di oltre 5.000 chilometri tra le due capitali, la Coppa del Mondo 2030 sarà organizzata con due host: un progetto straordinario.

Pubblicità

Si dice che il concetto sia stato sviluppato dal Boston Advisory Board, una società di consulenza americana. Secondo il rapporto, informa lo stato del deserto della prevista domanda per la Coppa del Mondo 2030. Il Paese arabo, oltre a candidarsi insieme al Marocco e all’Egitto, dovrebbe considerare di accordarsi con uno Stato europeo prima di tutto perché lì sono più probabili infrastrutture e presupposti economici. Il presidente dell’associazione italiana Gabriel Gravina ha annunciato giovedì che il paese degli attuali campioni d’Europa sta valutando le candidature per i Mondiali EM 2028 e 2030.

L’allineamento congiunto per la Coppa del Mondo diventerà una routine in futuro

Se molte nazioni si sono tenute insieme in passato, potrebbero diventare la norma in futuro: dal Mondiale 2026 si sfideranno 48 squadre invece delle precedenti 32. In cinque anni il concorso si svolge già come un evento congiunto di Canada, Messico e Stati Uniti. Ai Mondiali del 2030 si sono candidati insieme Portogallo e Spagna, Romania, Grecia, Serbia e Bulgaria e Uruguay, Paraguay, Argentina e Cile. Gran Bretagna e Irlanda stanno valutando una direzione comune.

Tuttavia, è lecito chiedersi se l’Associazione italiana sia anche aperta a una domanda congiunta a causa della situazione dei diritti umani in Arabia Saudita. Lo stato è stato ripetutamente criticato per il suo stato dittatoriale e la sua soppressione dei diritti umani, sulla scia del recente ordine di assassinio del giornalista Jamal Kashoki. L’acquisizione dello United, una federazione finanziata dallo stato saudita del club della Premier League Newcastle, è fallita l’anno scorso a causa della pressione pubblica.

READ  Eni acquisisce il secondo operatore italiano di stazioni di ricarica per veicoli elettrici - PV Magazine International