Ottobre 16, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Prima dell’incontro di Zurigo – La Cina è la più grande sfida di politica estera di Biden – Notizie

Contenuti

Oggi c’è un incontro tra Cina e Stati Uniti a Zurigo. I rapporti tra i due paesi sono tesi.

Mercoledì, Stati Uniti e Cina si incontreranno a Zurigo ad alto livello diplomatico. Si dice che Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il massimo diplomatico cinese, Yang Jiechi, stiano cercando modi per prevenire l’escalation delle tensioni tra i due paesi. C’è anche un urgente bisogno dell’incontro.

Perché per Biden, una Cina emergente economicamente e militarmente è la sfida centrale della politica estera. All’inizio del suo mandato, il presidente degli Stati Uniti ha ribaltato alcune delle posizioni di politica estera del suo predecessore. Ma per quanto riguarda la Cina, ha mantenuto la linea dura del suo predecessore, Donald Trump.

“Intensa concorrenza” con la Cina

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha usato parole chiare in un incontro con i diplomatici cinesi in Alaska a febbraio. Vogliono competere con la Cina quando necessario e lavorare in partnership ove possibile. Tuttavia, ci sono anche punti in cui il rapporto con la Cina può essere ostile.

Biden in seguito ha specificato che non miravano allo scontro. Ma aspettatevi “una competizione molto dura”. Questa competizione influenza anche la politica economica e interna di Biden. Il presidente punta a programmi di investimento multimiliardari. Ultimo ma non meno importante, questi dovrebbero anche rendere il paese adatto a competere con la Cina.

Più cooperazione con gli alleati

Biden contrasta le minacce militari di Pechino nel Mar Cinese Meridionale intensificando la cooperazione con alleati come Australia, Giappone e India. La consegna di sottomarini nucleari in Australia è un’espressione di questo sforzo.

READ  L'Austria offre a livello nazionale: Funivie 3G per la stagione invernale

Nella politica commerciale, il governo Biden vuole mantenere alte tariffe punitive sulle merci cinesi. Il fatto che il rappresentante per il commercio Catherine Taye abbia placato lunedì dicendo che la disputa commerciale con la Cina non era in alcun modo destinata ad alimentarla non cambia la situazione.

È vero che il governo Biden è più educato nel trattare con la Cina rispetto al suo predecessore. Ma in realtà è almeno altrettanto solido. Questo dovrebbe apparire anche all’incontro di Zurigo.

Solo gli articoli selezionati possono essere commentati


Apri il petto
Chiudi la scatola

Gentili utenti. Vogliamo un discorso costruttivo senza insulti, discriminazioni e disinformazione. Ecco perché abbiamo deciso di cambiare il nostro sistema di feedback. Ora ci stiamo concentrando su argomenti selezionati e non approviamo più tutti gli articoli per i commenti. Vogliamo lanciare da 3 a 5 dibattiti ogni giorno, che il nostro team della community può supportare più da vicino. Gli articoli di commento possono essere trovati sotto “Discussioni di oggi”. Ci sono più informazioni Qui. Non vediamo l’ora di avviare discussioni entusiasmanti con voi!