Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Pandemia: l’incidenza in Alta Austria è superiore a 1000

Il tasso di infezione di 7 giorni in tutta l’Austria è ora di 655 casi per 100.000 abitanti (a partire da martedì, 14:00). In Alta Austria, il tasso di infezione è di 1,020.6. Il Salisburgo è un po’ indietro con 944,7 – che corrisponde a un leggero calo rispetto al giorno prima. A causa di problemi con il sito Web del fornitore di test PCR locale, questa è probabilmente una distorsione che dovrebbe essere corretta nei prossimi giorni.

La Bassa Austria aveva un valore di 670,3 e un valore della Carinzia 660,7. In Tirolo il tasso di incidenza a 7 giorni è stato di 585,6, nel Vorarlberg 567,6 e in Stiria 551,5. Il Burgenland è andato meglio con un tasso di infortuni a 7 giorni di 492,2 e Vienna con 408,7. Per fare un confronto: martedì di una settimana fa, sono stati registrati 5.398 nuovi contagi entro 24 ore e il contagio per 7 giorni è stato di 403,9.

In tutti i gruppi di età, l’incidenza a 7 giorni è leggermente diminuita in coloro che erano completamente vaccinati, mentre è aumentata rapidamente in coloro che non erano o non erano completamente vaccinati.

Il massimo storico di nuovi contagi nel fine settimana

Solo sabato sono stati segnalati 9.943 nuovi contagi entro 24 ore, il nuovo livello più alto dallo scoppio della pandemia. Il precedente massimo del 13 novembre 2020 – in quel momento erano state registrate 9.586 infezioni – è stato significativamente superato. Sebbene il numero di nuovi contagi entro 24 ore dai massimi record del fine settimana non sia più attualmente elevato, – almeno nel breve termine – si teme un altro aumento.

Più di 400 pazienti infetti dal virus Corona stanno subendo un trattamento intensivo

Nel frattempo, il numero di pazienti in terapia intensiva con COVID-19 ha superato la soglia dei 400 martedì. Questa è un’altra indicazione centrale che la situazione del coronavirus in Austria sta peggiorando.

READ  Questo vaccino convince gli scettici?

Alta Austria – l’epidemia è attualmente particolarmente grave nello stato federale con il tasso di vaccinazione più basso – il numero di posti letto d’ospedale per i pazienti con coronavirus deve ora essere aumentato da 500 a 600 reparti regolari. Oltre alla regola 2-G, visite più rigorose le prescrizioni stanno tornando in vigore negli Ospedali.

CoV: gli ospedali lanciano l’allarme

Martedì, più di 400 pazienti affetti da coronavirus hanno dovuto essere curati nelle unità di terapia intensiva in tutta l’Austria. La situazione è particolarmente pericolosa a Salisburgo. Nel frattempo, in Alta Austria, ci sono lunghi periodi di attesa per le vaccinazioni contro il virus Corona, poiché la loro richiesta è aumentata.

Nelle ultime 24 ore, 26 pazienti sono stati aggiunti alle unità di terapia intensiva locali a livello nazionale. Secondo i dati del Ministero della Salute e dell’Interno (a partire da martedì, 9:30), c’erano 403 pazienti con infezione da SARS-CoV-2 nelle unità di terapia intensiva domiciliare. Gli stati federali hanno riferito questi numeri al National Crisis Team.

Secondo i dati del ministero, attualmente 2.152 persone stanno ricevendo cure in ospedale, con un aumento di 150 rispetto al giorno precedente a causa del coronavirus. Anche il numero di nuovi contagi segnalati giornalmente rimane ad un livello elevato: secondo i dati del ministero, nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 7.712 nuovi casi.

Misure rigorose in vigore da lunedì

Alla luce dei numeri in crescita, da lunedì sono in vigore nuove regole a livello nazionale per contenere la pandemia di coronavirus. All’incirca dove prima era richiesto 3-G per il ricovero, ora è valido 2-G – l’accesso è consentito solo a coloro che sono stati vaccinati e che si sono ripresi. La regola 3-G si applica ancora sul posto di lavoro.

READ  Lesioni corona nei bambini: il tasso di occorrenza in alcuni ambienti è di quattro numeri

Venerdì sono state annunciate misure 2-G con breve preavviso per arginare il forte aumento del numero di infezioni, prevenire il sovraffollamento ospedaliero e aumentare il tasso di vaccinazione.

Il ministro dell’Interno Karl Nehamer (ÖVP) vuole “aumentare significativamente la pressione di controllo nei prossimi giorni” al fine di far rispettare la regola 2-G ora in vigore in molti luoghi. A tal fine, verrà aumentato anche il personale per questo. Oltre ai 4.000 agenti di polizia di pattuglia, altri 800 agenti saranno coinvolti nell’attuazione della Regola 2-G.

Specialista in infezioni: agire troppo tardi

Lo scienziato delle infezioni Richard Grill dell’ospedale regionale LKH di Salisburgo in ZIB2 ha criticato il fatto che le misure più severe arrivino troppo tardi. Anche la vaccinazione può rallentare di nuovo l’ondata. Pensa che serviranno enormi tagli alla connettività per rompere la marea e dare un po’ di sollievo agli ospedali. Non vuole parlare di lockdown, ma le misure devono essere molto severe per essere efficaci.

Patologo delle infezioni sul caso del virus corona negli ospedali

Attualmente più di 400 pazienti affetti da coronavirus sono in cura nelle unità di terapia intensiva. Secondo lo specialista in malattie infettive Richard Grill dell’ospedale universitario di Salisburgo, la situazione è precaria. Parla della situazione attuale negli ospedali e delle ultime possibili misure aggiuntive.

Aumentare il numero delle vaccinazioni

Anche prima dell’introduzione della regola 2-G, c’è stato un enorme aumento delle vaccinazioni nei fine settimana. Ma non tutte le regioni erano preparate all’impennata della domanda. Nell’Alta Austria e nel Tirolo domenica è stato aperto un solo centro di vaccinazione, mentre a Salisburgo e nel Vorarlberg sono stati tutti chiusi. Tuttavia, lunedì, diversi stati federali hanno annunciato che avrebbero riaperto i centri di vaccinazione dopo la chiusura nelle ultime settimane a causa dell’insufficiente interesse dei clienti.

READ  Il nuovo vaccino ha un vantaggio decisivo

Lunedì è aumentato anche il numero delle vaccinazioni. 40.389 persone sono state vaccinate, più di ogni lunedì dall’inizio di luglio. Di questi, più della metà (24.211) ha ricevuto una terza vaccinazione. Ma anche le 10.792 nuove prime vaccinazioni hanno un valore relativamente alto rispetto alle vaccinazioni tradizionalmente leggermente inferiori del lunedì.

64,6% con certificato di vaccinazione valido

La maggior parte delle vaccinazioni è stata ancora effettuata a Vienna (12412) e nella Bassa Austria (8813). Ma lunedì l’Alta Austria ha effettuato anche 5.232 vaccinazioni, avendo appena aperto domenica un centro di vaccinazione.

Quando si tratta di vaccinazioni migliori, la vaccinazione di linea dura nell’Alta Austria è seconda con 2.099, dietro Vienna (2.739) e persino la Bassa Austria (1.898). Seguono Tirolo (1.365 vaccini prima), Stiria (1133), Salisburgo (648), Carinzia (403), Burgenland (189) e Vorarlberg (51). 267 vaccini primari non possono essere assegnati a nessuno Stato federale, ad esempio perché la persona vaccinata non ha un luogo di residenza principale in Austria.

In tutta l’Austria, il 64,6% della popolazione ha attualmente un certificato di vaccinazione valido, quasi 49.000 persone in più rispetto alla settimana precedente. La copertura vaccinale è ancora la più alta del Burgenland, intorno al 72%. Seguono Bassa Austria (67), Stiria (65), Vienna (64), Tirolo (63), Vorarlberg (62), Carinzia e Salisburgo (61) e Alta Austria con meno del 60 percento.