Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Pandemia in Brasile – Gravi accuse contro Bolsonaro e la sua politica su Corona – Notizie

  • Una commissione parlamentare d’inchiesta sulla politica del governo brasiliano su Corona ha formulato gravi accuse contro il presidente Jair Bolsonaro e ha raccomandato un’incriminazione.
  • Presentando il rapporto finale, ha affermato che il governo ha agito con negligenza e ha accettato la morte di innumerevoli brasiliani.
  • Il presidente Bolsonaro è stato accusato di nove reati, alcuni dei quali gravi, durante la pandemia di coronavirus.
  • Al momento, non è chiaro quali conseguenze politiche o legali avrà il rapporto.

La commissione parlamentare d’inchiesta ha iniziato i suoi lavori al culmine dell’epidemia di Corona in Brasile ad aprile. Il mandato era quello di evidenziare le azioni e le omissioni del governo del presidente Jair Bolsonaro nella pandemia. Dovrebbe essere esaminata anche la potenziale appropriazione indebita di fondi federali nella lotta contro il coronavirus.

presunta negligenza

Il senatore Renan Caleros, leggendo il rapporto finale a Brasilia, ha affermato che il governo ha agito negligentemente e “ha deliberatamente esposto la popolazione a un rischio concreto di infezione di massa” al fine di ottenere l’immunità del gregge.

È stato stabilito che il governo ha ricevuto consigli dal governo parallelo e ha accettato l’uccisione di migliaia di cittadini.

Leggenda:

Il presidente Jair Bolsonaro è accusato del fallimento dell’epidemia di Corona.

Reuters

Bolsonaro è stato accusato di nove reati, alcuni dei quali gravi, durante l’epidemia di Corona. Le accuse vanno dalla ciarlataneria all’incitamento a reati e crimini contro l’umanità.

Secondo il rapporto, saranno ritenuti responsabili un totale di altre 65 persone, tra cui tre dei figli del presidente, uomini d’affari e due società.

Le implicazioni politiche non sono chiare

La commissione d’inchiesta è composta da undici membri, sette dei quali appartenenti all’opposizione o considerati indipendenti. La commissione dovrebbe votare la relazione finale la prossima settimana. La relazione può essere inviata solo alla Procura, ad esempio, a maggioranza dei voti.

Non è chiaro se le raccomandazioni porteranno anche a incriminazioni, o se la commissione d’inchiesta svanirà dopo quasi sei mesi di lavoro.

Discutibile anche la richiesta di procedimento di impeachment. L’inaugurazione di un provvedimento del genere dipende dal presidente della Camera dei deputati, alleato del governo Bolsonaro.

La crisi come un’incredibile telenovela

La commissione d’inchiesta ha iniziato i suoi lavori lo scorso aprile, quando i casi di corona hanno raggiunto livelli elevati. I brasiliani hanno seguito la commissione come telenovela occasionale. L’entità della crisi è diventata nota: il governo, ad esempio, ha lasciato senza risposta più di 50 e-mail della società farmaceutica Pfizer, che voleva consegnare vaccini contro la corona al Brasile.

I ritardi deliberati nell’ottenere i vaccini sono la più grave negligenza del governo nei confronti degli autori del rapporto finale ed è stato uno dei principali contributori all’alto tasso di nuovi casi e decessi nel paese.

Il Brasile ha registrato quasi 22 milioni di casi di infezione e oltre 600.000 morti per il virus Corona. Il sistema sanitario è crollato in molti luoghi a marzo e aprile.

Il presidente Bolsonaro ha minimizzato il coronavirus dall’inizio della pandemia e rifiuta misure precauzionali e restrizioni. Dubitava anche dell’importanza delle vaccinazioni.

READ  In vacanza in Sudafrica: un serpente morde un uomo nei genitali