Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Palle e ossa: le immagini forniscono informazioni sull’origine degli asteroidi | regionale

appogiato su – Novità assoluta: gli astronomi hanno registrato 42 asteroidi tra le orbite di Marte e Giove in maniera più netta che mai.

L’Osservatorio europeo meridionale (ESO) con sede a Garching vicino a Monaco di Baviera ha affermato che le immagini del Very Large Telescope (VLT) in Cile hanno mostrato “una vasta gamma di forme strane, dalle ossa sferiche a quelle canine”.

Calliope (r.) e Psiche sono gli oggetti più intensi mai registrati

Foto: ESO/Vernazza et al./algoritmo MISTRAL (ONERA/CNRS)/dpa

Gli astronomi hanno pubblicato uno studio sugli oggetti nella cosiddetta cintura di asteroidi sulla rivista Astronomy and Astrophysics. Le registrazioni possono aiutare a determinare da dove provengono gli asteroidi.

Quindi i corpi celesti possono essere suddivisi in un gruppo di corpi sferici e allungati e differiscono notevolmente per densità: alcuni asteroidi sono densi quasi quanto il carbone, altri sono più densi del diamante.

“Possiamo comprendere questa enorme diversità nella loro composizione solo se i corpi si sono formati in diverse regioni del sistema solare”, ha affermato uno degli autori dello studio, Joseph Hanus dell’Università Carlo di Praga. I risultati hanno supportato l’ipotesi che gli asteroidi meno densi si siano formati al di fuori di Nettuno.

In precedenza, solo tre grandi asteroidi nella cintura sono stati disegnati in modo così dettagliato nel corso delle missioni spaziali, ha affermato il capo dello studio Pierre Vernazza dei Laboratori di Astrofisica di Marsiglia in Francia. Si sa così poco della sua forma e densità.

READ  A lungo termine, l'energia solare costa solo un terzo dell'elettricità dalla rete