Gennaio 27, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Nei primi tre mesi del 2022: l’UE riceverà altri 20 milioni di lattine Biontech – Wikipedia

Indagine per sospetta falsificazione del libretto delle vaccinazioni – morto in casa di cura

dopo Focolaio di corona con tre morti in una casa di cura A Hildesheim, in Bassa Sassonia, la Procura sta indagando su un ex dipendente della struttura. C’è il sospetto che il 44enne abbia Un falso certificato di vaccinazione che ha lavorato a casa mentre era infettata da CoronaLo ha detto una portavoce del procuratore generale. Poiché tre residenti contagiati dal virus sono morti in un contesto temporale recente, l’accusa sta indagando anche sul sospetto iniziale di omicidio colposo.

L’imputato aveva confessato di aver utilizzato un certificato di vaccinazione falsoLo ha detto venerdì il portavoce. “Non vuole avere niente a che fare con l’infezione. Stiamo prendendo tutte le misure appropriate per chiarire le accuse. “Eugen Brych, membro del consiglio della Fondazione tedesca per la protezione dei pazienti, ha chiamato domenica. Almeno il registro centrale delle vaccinazioni per le professioni mediche e infermieristiche. “Chiunque visiti i propri registri delle vaccinazioni si comporta da codardo e irresponsabile”, ha detto all’agenzia di stampa tedesca DPA. “Le persone bisognose di cure, e in particolare i pazienti, devono poter contare sull’autenticità dei certificati rilasciati dal personale”. La Germania sta attualmente rendendo più facile per i contraffattori.

È diventata la donna che lavorava come compagna quotidiana in casa Separazione senza preavviso, ha affermato il responsabile della struttura Michael Ussenkop. Secondo lui, la donna ha presentato alla casa un certificato di vaccinazione, che si è rivelato un falso. La fondazione ha successivamente sporto denuncia contro la donna di 44 anni. Secondo la direzione della casa, si è scoperto dopo Che la donna lavorava a casa nonostante il rischio di contrarre il coronavirus. Secondo quanto riporta il quotidiano, la donna ha continuato a lavorare, inizialmente senza sintomi da CovidQuando suo marito e suo figlio erano già malati di Covid-19. Ha riferito la sua presunta doppia vaccinazione al Ministero della Salute e al suo datore di lavoro. (Dpa)

READ  Dopo un infarto: il dispositivo impiantabile rileva complicazioni