Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Morto a 79 anni il musicista rock ‘n’ roll Ted Herold

Per i suoi fan, era l'”Elvis tedesco”. Negli anni ’50, il musicista rock-and-roll Ted Herold si è assicurato il movimento sulle piste da ballo della Germania del dopoguerra con canzoni come “Only First Love Is So Beautiful”, “Hola Rock” o il suo più grande successo grafico “Moonlight”. Un portavoce del pubblico ministero di Dortmund ha annunciato domenica che il musicista, che si chiamava già Harald Schöbring, è morto sabato sera in un incendio in un appartamento a Dortmund. Herold aveva 79 anni. Lo aveva riferito in precedenza il “Bild Zeitung”.

Secondo i vigili del fuoco, sabato sera è scoppiato un incendio mortale al primo piano di una piccola casa bifamiliare a Dortmund-Bergofen, dove Herold ha vissuto per anni. Secondo la polizia, la moglie di 48 anni è morta con lui. I suoceri di Herold, che vivono al primo piano della casa, sono stati portati in ospedale con l’accusa di inalazione di fumo. Avevano avvisato i soccorritori in precedenza quando avevano notato del fumo nell’appartamento di Herold. La polizia ha avviato un’indagine. Ma inizialmente non c’erano prove di debiti di terzi.

Nato il 9 settembre 1942 a Berlino, la sua carriera rock ‘n’ roll è iniziata come scolaro negli anni ’50 ed è sempre stata basata sui suoi modelli Bill Haley, Buddy Holly ed Elvis Presley. Il suo primo disco (“I Don’t Need a Loop” / “Lover Doll”) lo portò subito al primo posto della Radio Luxembourg Review per tre volte. Per diversi anni ha eseguito principalmente cover tedesche di Elvis Presley. Secondo Herold, ha mangiato il gelato con il “re del rock and roll” quando era ancora un soldato in Germania.

READ  Ensemble Lucerne - Il cantante crollato è morto

Ma l’ascesa non è durata, dopo alcuni anni c’è stato un cambiamento nel percorso di carriera. Herold ricorda nel 2012 in occasione del suo 70° compleanno: “Nel 1961, il rock and roll era praticamente morto. La gente voleva qualcosa di nuovo”. Twist era il nome del gioco, poi sono arrivati ​​i Beatles ei Rolling Stones. Alla fine degli anni Sessanta, l’atmosfera divenne più tranquilla per il rock and roll tedesco.

In retrospettiva, Herold ha visto la sua prima fama in modo critico. “Ero considerato sul palco come una specie di rivoluzionario. immagine sbagliata. Non avevo nemmeno una macchina. Ero troppo giovane per ottenere una patente di guida”, ha detto Stern nel 2002. “Tutto è stato deciso da estranei per me.” In seguito ha scoperto che sua madre aveva sperperato le sue tasse e aveva comprato uno yacht al suo marchio 100.000.

Inoltre, non ha avuto voce in capitolo sul suo nome d’arte Ted Herold. “La mia prima registrazione di ‘I Don’t Need a Ring’ era già in negozio sotto uno pseudonimo quando il produttore ha osato dirmelo. Herold ha fatto il mio nome Harald. È rimasto così”. Dopo la fine del suo mandato come idolo degli adolescenti, ha imparato una professione nella vita reale a metà degli anni ’60 e in seguito ha gestito un’officina di riparazione TV come ingegnere elettrico, fino a quando Udo Lindenberg lo ha riportato sul palco e ha iniziato la sua seconda carriera.

Lindenberg vinse Herold nel 1977 per il suo disco “Banish Nights”. Poi ha accompagnato il musicista rock Lindenberg nel suo tour in Germania. Un nuovo inizio per Ted Herold, seguito da nuove canzoni e contratti. Tutti i suoi vecchi titoli sono stati pubblicati su CD. Il cantante era di nuovo al top, ha dato concerti, è stato ospite gradito in eventi festivi o in programmi TV e in serate vecchio stile.

READ  Albert ci aggiorna sul viaggio di ritorno a casa

“Come figura di culto, vivo di nostalgia”, ha detto di sé il musicista poco dopo la fine del millennio. Nel 2016, Ted Herold ha salutato sul palco.