Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

L’industria motociclistica austriaca è gelosa dell’Italia – Economia –


La quota delle due ruote in Italia è significativamente più alta che in Austria
© APA / AFP

L’industria motociclistica si sta fregando le mani sul passaggio ai motori elettrici. Soprattutto nelle città, dove c’è un’enorme energia, la percentuale di due ruote a Vienna è solo la metà di quella di Milano, ad esempio, ha calcolato l’industria in una conferenza stampa giovedì. È importante che i politici considerino le motociclette come parte della soluzione al cambiamento di movimento. Il ministro in carica Leonor Jewessler (Verde) ha annunciato che i sussidi per le motociclette elettriche continueranno nel 2022.

Il presidente di RJ2 Rod e membro del consiglio di amministrazione di KTM Hubert Trunkenpoles ha parlato dalle auto alle due ruote dotate di megatrend e motore. Ci sono molte ragioni per questo: dall’evitare gli ingorghi al parcheggio nei centri urbani. Trunkenpoles ha affermato che l’epidemia di corona ha accelerato. Secondo i dati degli azionisti, un austriaco su nove possiede ora una motocicletta. Nelle piccole moto, nei ciclomotori, il tasso di elettricità è più alto che nelle automobili.

L’industria motociclistica nazionale, seguendo l’esempio dell’Italia, patria della Vespa, sta ora esortando i politici ad aumentare il sussidio per le motociclette elettriche a 1.200. In Italia le moto di grossa cilindrata sono sovvenzionate al 30 per cento del prezzo di acquisto. Se la quota delle due ruote di Vienna raddoppiasse dall’attuale 13 percento al 26 percento di tutti i veicoli a Milano, si potrebbe risparmiare un chilometro quadrato di parcheggio in città, ovvero 128 campi da calcio o quasi l’area di Josephstad.

READ  Serie A: trasmessa in TV o in diretta streaming in Germania

Drunkenboles ha affermato che l’Austria è anche un leader tecnologico considerando il consorzio KTM Thai Bearer Mobility con Honda, Yamaha e il gruppo Piaggio. Insieme vogliono renderlo uno standard del settore sviluppando un sistema di batterie convertibili per motociclette per 20 milioni di euro ad Anif, vicino a Salisburgo. Un altro motivo è che, a differenza delle automobili, le batterie delle moto non possono essere sovraccaricate senza il peso extra che influisce sul comportamento di guida. La batteria da 300 kg non è un problema per un’auto, ma è sicuramente un problema per una moto, afferma Truncanbols.

Trunkenpoles crede fermamente che non tutte le moto siano elettriche. Il motore a combustione è anche un problema emotivo, soprattutto durante i viaggi in moto. Per evitare il rilascio di CO2, saranno necessari combustibili sintetici al posto dei combustibili fossili. Un litro di carburante elettrico attualmente costa 50 euro e sebbene il prezzo diminuirà notevolmente, sarà sempre superiore alla quantità di benzina, afferma Truncanpolse. I motociclisti possono immaginarlo mentre dice: “Comprerò tre euro per un litro di carburante elettrico”. Drunkenpoles ha sottolineato che anche la Formula 1 e la MotoGP sono passate ai carburanti elettrici. Per inciso, secondo Truncanpol, la sostituzione completa dei motori elettrici richiede più tempo per prevenire il cambiamento climatico.

Jewesler ha ricordato che l’obiettivo della neutralizzazione del clima entro il 2040 non significa immagazzinare CO2, ma raggiungere emissioni assolutamente zero. Una cosa è che ogni reparto trovi da sé la tecnologia più efficiente. Nel settore automobilistico è già stata presa una decisione a favore del motore elettrico. Il settore delle due ruote, in particolare, è in movimento. Nel caso dei veicoli a due ruote nel futuro mixer di movimento, ogni veicolo avrà la sua parte, ad esempio, afferma Jewesler, sostituendo una seconda auto o un alimentatore con un treno. Tuttavia, il ministro non avrebbe potuto immaginare un permesso per le biciclette elettriche ad alta velocità, note come S-Pedelex, sulle piste ciclabili. La concorrenza sulla pista ciclabile è già altissima.

READ  L'Italia ha completato le operazioni corona