Dicembre 8, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

L’inchiesta sull’omicidio di quattro funzionari egiziani è stata sospesa

ion Causa Italia contro quattro difensori egiziani Omicidio Fu assunto dal dottorando italiano Giulio Regini. Giovedì i giudici hanno stabilito che il processo non si sarebbe potuto svolgere in assenza dei quattro imputati perché non è stato possibile informare ufficialmente il pubblico ministero.

Per la famiglia di uno studente ucciso cinque anni fa, il loro avvocato, Alessandra Palerini, ha detto che è stata una delusione “amara”. “È una battuta d’arresto, ma non ci arrendiamo”.

Ha mostrato gravi segni di tortura fisica

Gli egiziani sono stati accusati di rapimento, cospirazione per commettere omicidio e lesioni personali gravi. Regini che ha frequentato gli inglesi Università di Cambridge Il dottorato è scomparso il 25 gennaio 2016 al Cairo. Nove giorni dopo è stato trovato ai margini dell’autostrada. Il suo corpo mostrava gravi segni di tortura. Regini esplora i sindacati egiziani al Cairo, un tema caldo in Nord Africa.

Gli accusati non erano in Italia e il governo egiziano si è rifiutato di fornire i loro recapiti. Secondo gli atti del tribunale, erano il generale Tariq Sabir, i tenenti colonnelli Athar Kamal e Uhsam Helmi e il maggiore Makti Ibrahim Abdel Sharif.

Controversia tra Roma e Il Cairo

A maggio un giudice ha stabilito in una prima udienza che avrebbero dovuto pervenire loro i rapporti delle indagini a carico dell’imputato. Tuttavia, giovedì il tribunale non ha accettato il parere.

La parte egiziana nell’omicidio del 28enne ha sempre negato il coinvolgimento dei servizi di sicurezza. All’inizio ha detto che Regini era morta in un incidente d’auto. In seguito è stato riferito che era caduto vittima di una banda specializzata nel contrabbando di stranieri.

READ  Sfilata Megan Markle Banner per i fan dell'Italia come Team Crush England Dreams