Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

L’epidemia silenziosa: le malattie veneree in aumento

Ogni dieci giovani austriaci vengono contagiati dalla clamidia. Dall’inizio del millennio, la gonorrea e la sifilide sono notevolmente aumentate.

I medici di Vienna hanno detto ai giornalisti giovedì che accade meno chiaramente di quanto non accada con il Covid-19, ma le malattie veneree sono in aumento anche in Austria e in Europa. Il numero di casi di gonorrea e sifilide è aumentato drammaticamente negli ultimi anni e non esiste ancora una cura per l’HIV. Sostengono un uso più coerente dei preservativi e sperano che, come per il coronavirus, le vaccinazioni contro le malattie sessualmente trasmissibili siano più frequenti.

“Ogni anno in Europa si registrano più di 500.000 infezioni trasmesse sessualmente e questa tendenza è in rapido aumento”, ha affermato Georg Stingel, direttore emerito della Clinica dermatologica presso l’Università di medicina (Miduni) di Vienna. della gonorrea è aumentato drammaticamente del 93% della sifilide e della sifilide del 58%.” L’Organizzazione Mondiale della Sanità descrive l’aumento delle malattie sessualmente trasmissibili come una “epidemia silenziosa”.

Un gran numero di casi non segnalati

Nel 2019 in Austria sono stati segnalati 1.600 casi di gonorrea e 580 casi di sifilide. Inoltre, è probabile che il numero di casi non segnalati sia molto elevato, perché, da un lato, i pazienti ne sono spesso imbarazzati e, da un lato, Altri non notano nulla all’inizio a volte. Inoltre, un giovane su dieci in questo paese sviluppa la clamidia durante i rapporti e una o due persone al giorno hanno l’HIV, ha riferito.

“Molti agenti patogeni non mostrano alcun sintomo nella fase acuta, quindi i malati non vanno dal medico e non ricevono alcun trattamento”, ha affermato George Stari della Clinica dermatologica universitaria di Midoni Vienna. Ma causa problemi come l’infiammazione cronica. Gli effetti a lungo termine delle malattie sessualmente trasmissibili non trattate includono l’infertilità e, nel caso dei papillomavirus umani (HPV), anche il cancro. Indipendentemente dalla malattia a trasmissione sessuale, la diagnosi precoce è importante. Nel caso delle infezioni batteriche, gli antibiotici di solito funzionano bene, anche se i batteri che causano la gonorrea (gonococco), ad esempio, stanno diventando più resistenti agli antibiotici. Anche nel caso dell’infezione da HIV, la terapia combinata con più farmaci non previene l’insorgenza dell’AIDS a meno che non sia iniziata in una fase precoce.

READ  Questa è la quarta ondata? Gli statistici offrono tre ragioni per cui non sono d'accordo

Speranza per la vaccinazione contro l’HIV

“In Austria ci sono attualmente tra le 8.000 e le 9.000 persone che vivono con l’infezione da HIV”, ha affermato Erwin Chachler, che ha anche lavorato presso la Clinica dermatologica universitaria di Midoni Vienna. A differenza di SARS-CoV-2, dove il vaccino era pronto per il mercato entro un anno, nonostante approfondite ricerche 28 anni dopo la scoperta dell’HIV, secondo il medico non esiste ancora un vaccino che protegga le persone da esso. . Dice che forse la tecnologia del vaccino mRNA che si è dimostrata efficace contro il coronavirus potrebbe finalmente portare un vaccino preventivo per l’HIV. Comunque, gli studi clinici su questo in realtà sono iniziati ad agosto. “Si spera che questa nuova classe di vaccini mRNA avrà il potenziale per essere un punto di svolta contro l’HIV”, ha detto.

Stary ha sviluppato un’altra nuova strategia con un gruppo di ricerca dell’Università di Harvard (USA) contro la clamidia: i ricercatori hanno ucciso i batteri con la luce ultravioletta e li hanno attaccati alle nanoparticelle con un adiuvante che ne potenzia l’effetto. Questa miscela viene data sulla superficie della mucosa perché i batteri presenti di solito infettano una persona. Quindi il sistema immunitario forma cellule di difesa e di memoria contro i patogeni, che aspettano i patogeni direttamente nella mucosa.

Vaccino contro la gonorrea accidentale?

Un vaccino ora funziona anche contro la gonorrea, e capita per caso. È stato sviluppato contro i batteri meningococcici che causano la meningite. Nei pazienti australiani, i medici hanno scoperto che protegge anche dai batteri della gonorrea. Stary ha spiegato che la ragione potrebbe essere la grande somiglianza tra i batteri stimolanti (meningococco e gonococco).

READ  L'infezione scende per sette giorni a 80,2

Stingl ha descritto la vaccinazione contro l’HPV come una “pietra miliare”. “Riduce il rischio di verruche genitali e cancro cervicale fino al 90%. Riduce anche il rischio di cancro alla gola, alla laringe, alla vagina, all’ano e al pene”, ha detto.

La conferenza stampa si è tenuta in occasione del simposio “Lust and Epidemic: From Paracelsus to Anthony Fauci” dell’Associazione dei medici e della Società austriaca per le malattie sessualmente trasmissibili e la microbiologia dermatologica (ÖGSTD).

(cosa o cosa)