Dicembre 7, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

“Lei, secondo me, si può anche senza mascherina…”: Quanto attenta deve essere la vaccinazione?

Aggiornato il 19 ottobre 2021, 9:35

  • Molte persone stanno ancora aderendo alle misure di protezione Corona come mantenere le distanze e indossare una maschera, ma la tendenza è in calo.
  • Questo è comprensibile da un punto di vista psicologico, ma avrebbe senso rimanere cauti più a lungo.
  • Le persone vaccinate sono anche molto ben protette contro la variante delta, ma dovrebbero anche considerare non protette, ad esempio i bambini.

Puoi trovare informazioni più aggiornate sul coronavirus qui

È più di una semplice sensazione che, dopo un anno e mezzo di pandemia, il numero di persone che aderiscono alle misure di protezione raccomandate stia diminuendo. Mantieni le distanze, rispetta le norme igieniche, indossa la mascherina nella vita quotidiana, usa l’app Corona e ventila regolarmente gli ambienti interni (AHA + A + L) – secondo L’attuale studio di Cosmo All’Università di Erfurt, niente di tutto questo ha ricevuto l’attenzione che ha avuto pochi mesi fa.

Nel sondaggio, tra il 70 e il 90 percento degli intervistati ha affermato di aver adottato misure preventive spesso o sempre. Ma quando si tratta di mantenere le distanze, ad esempio, la curva è in forte calo da metà agosto. Il valore più alto e più stabile è quando si indossa una maschera, ma non quando si tratta della vita privata. Negli incontri privati ​​con più di una dozzina di persone, solo un terzo degli intervistati indossa una mascherina, mentre negli incontri di lavoro più di due terzi.

razionale vs emotivo

Per molte persone, questi numeri dovrebbero essere coerenti con la loro esperienza. Frase: “Tu, non vogliamo toglierci la maschera?” Sono sicuro che molti hanno sentito – o addirittura detto – di recente. Soprattutto quando tutti i presenti sono completamente protetti dalla vaccinazione, non dovrebbe essere un problema, giusto?

READ  Studio sulla difesa immunitaria contro il COVID-19: "La memoria di Corona"

Tuttavia, è interessante che ci sia chiaramente una diversa percezione del rischio nell’ambiente privato e nell’ambiente professionale, e la domanda “Indosso o no la mascherina?” Non è preso solo su una base razionale. “Le persone prendono decisioni su due livelli: razionale ed emotivo”, ha detto la psicologa Julia Scharnhorst in un’intervista con il nostro team editoriale.

comfort e pressione sociale

Quindi la decisione di non indossare maschere con amici o familiari è emotiva. “Queste sono le persone che conosci, con le quali vuoi essere vicino – ed è qui che la maschera ti dà davvero fastidio: non puoi vederti e capirti molto bene”. Inoltre, c’è la sensazione che queste siano le persone che non vogliono che tu ti faccia del male e che tu (senti) che non hai davvero bisogno di alcuna misura preventiva.

Non è raro che ci sia una certa aspettativa, soprattutto nei luoghi privati, che la mascherina non venga più indossata. “Il comportamento in libertà è ‘contagioso'”, afferma Julia Scharnhorst. “In caso di dubbio, prevalgono il comfort e la pressione sociale”.

Le persone vaccinate possono infettare gli altri

Scharnhorst sostiene fermamente che non solo le persone che non sono vaccinate, ma anche vaccinate, continuino ad aderire alle misure preventive. “Non possiamo ancora stimare quanto tempo impiegherà la protezione dalla vaccinazione”, dice e si chiede anche dove sia andata a finire l’idea di solidarietà. “Ad esempio verso i bambiniche non possono ancora essere vaccinati. Certamente, la maggior parte dei bambini piccoli non ha un percorso difficile. Ma più bambini si ammalano in generale, più grave è la malattia”.

READ  Più di quattro milioni di persone contagiate dal coronavirus: il tasso di infezione sale a 83,1

È molto probabile che le persone che sono state vaccinate si infettino e trasmettano l’infezione. Anche se nella stragrande maggioranza dei casi notano poca o nessuna infezione, perché La protezione vaccinale è in vigore E rende i virus così innocui, che possono trasmettere virus ad altre persone, non tanto spesso quanto le persone non vaccinate, ma nemmeno mai.

Anche la protezione dalla vaccinazione Delta è molto buona, ma non illimitata

Succede anche che coloro che sono stati vaccinati si ammalino. Questi sono i cosiddetti hack di vaccinazione, che il virologo Christian Drosten ha fatto sul podcast NDR Aggiornamento sul coronavirus Ma ha detto che questo è estremamente raro. Tuttavia, indossare una maschera può comunque proteggerti. Soprattutto perché la variante delta, che ora è il tipo dominante in Germania, ti rende più malato e più contagioso delle varianti precedenti, secondo gli studi.

Va detto chiaramente: la vaccinazione aiuta molto bene anche contro questa variante. “Questa è una protezione superiore, anche contro il delta”, ha detto drosten. La protezione, secondo il virologo, dura almeno sei mesi ad alto livello in una persona sana. Tuttavia, negli anziani e nei malati, diminuisce in modo particolarmente netto dopo questo periodo. Anche queste persone hanno bisogno di una protezione speciale sotto Delta, specialmente con questa variante di Protezione dalle infezioni dopo la vaccinazione Esci di qui più velocemente”, ha detto Drosten. Ciò significa che la trasmissione è di nuovo possibile in tempi relativamente brevi nonostante la vaccinazione.

“L’epidemia non è ancora finita”

“Non abbiamo ancora un vaccino per le persone di età inferiore ai dodici anni, cioè per i bambini. Non sappiamo ancora tutto sulla durata dell’immunità. Ora c’è la stagionalità, quindi il tempo sta peggiorando e stiamo andando Tutto ciò indica che l’epidemia non è finita, naturalmente, ha affermato la virologa dell’ospedale universitario di Francoforte Sandra Ciec nel “Coronavirus Update”, riassumendo la situazione attuale.

READ  Vaccini corona inattivati: vantaggi e svantaggi dei nuovi vaccini

Quindi, se hai problemi a far valere le tue preoccupazioni ad amici o colleghi, dovresti assolutamente continuare a provare. Ciò include un chiaro atteggiamento interno alle domande: voglio indossare una maschera da solo? Voglio che lo facciano gli altri?

“Se lo desideri, dovresti parlarne, preferibilmente prima dell’incontro”, consiglia Julia Scharnhorst. “Puoi dire, ad esempio, che sei preoccupato per te stesso e per gli altri e che vuoi indossare una maschera in tali incontri almeno fino alla primavera”. I buoni amici dovrebbero capirlo.

Fonti utilizzate:

  • Colloquio telefonico con psicologa, psicoterapeuta ed esperta di sanità pubblica qualificata (focus sulla gestione della salute) Julia Scharnhorst
  • Il podcast NDR “Coronavirus-Update”, in particolare gli episodi 97 e 100
  • Studio Cosmo dal 5./6. ottobre 2021
  • Studio immunologico dopo la vaccinazione
  • Studio (prestampato) sulla trasmissione da parte di persone vaccinate
  • Sito web del governo federale “Insieme contro Corona”

Quando qualcun altro guadagna, possiede o ottiene di più, alcune persone si sentono a disagio nel petto. Quali sono le cause dell’invidia e quali le strategie per affrontarla? Spiega un esperto.