Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Lega Nazionale: SCB perde di poco la classica contro il Lugano

La squadra SCB non è stata troppo aggressiva e divertente a Lugano.

Foto: pietra angolare

Per la prima volta in questa stagione, l’EV Zug si sente blues blues. Dopo sei vittorie nei primi sei turni, lo Zug ha perso 3-1 ai Rapperswil-Jonah Lakers per la terza volta consecutiva. Ma con EHC Biel, anche il leader ha vacillato.

25.09.2021, 23:1725.09.2021, 23:18

Lugano – Berna 3: 1

Il Lugano sta pian piano ritrovando forma alla Resega. Dopo le sconfitte casalinghe davanti a SCL Tigers (1:4) e Bienne (3:5) hanno vinto l’ultima volta contro Zugo (3:2) e Berna (3:1). La vittoria sul Berna corrisponde allo svolgimento della partita, perché SCB ha perso molto in un giorno, il che lo contraddistingue in serate felici come l’ultima contro Langenau e Ajoi.

Il Lugano ha giocato con più coraggio, più forza e più determinazione. Passano subito in vantaggio con Luca Fazzini e rispondono al gol del Berna con Jeremy Gerber dopo soli tre minuti e mezzo con il 2-1 di Alessio Bertagia.

La decisione è in definitiva identica alla performance del Berna a settembre. SCB è stato in grado di perseguire un pareggio in maggioranza e senza portiere (con 6 contro 4 giocatori di campo), ma Tim Kast ha perso il disco a Julian Walker nella propria area, che è riuscito a segnare 3-1.

Lugano – Berna 3:1 (1:0, 1:1, 1:0)
5206 spettatori. – S. R. Wiegand / Hungerballer, Progen / Duarte.
Rip: 14. Fazzini 1-0. 23. Jeremi Gerber (Moser, Scherwey / Powerplaytor) 1: 1. 27 – Bertagya (Riva, Thorcoff) 2: 1. 59. Walker (gol per meno paga!) 3:1 (a porta vuota).
punire: 7 volte 2 più 10 minuti (Muller) contro il Lugano, 4 volte 2 minuti contro il Berna.
Classifica di PostFinance: Fazini. Conatura.
Lugano: Fatone. Nodari, Müller; Alatalo, Riva; Chiesa e cacciatore di guerra, lupo; Walker, Arcopello, Fazzini; Boedker, Herburger, Morini; Bertaggia, Thürkauf, Stoffel; Vedova, Cortiana, Sheket.
Berna: Manzato. Anderson, Peter Gerber; Untersander, Henauer; Thierry, Colin Gerber; Benana. Kunasher, Jeffrey, Sherwini; Cast, Cahon, Moser; Fahrni, Dugavins, Jeremy Gerber; Ciaroni, Neuschwander, Bader; hamburger.
Appunti: Lugano senza Carr, Hosner, Joseph, Lovell (tutti infortunati) e Chomy (trattenuto), Berna senza Braplan (infortunato). Berna dalle 58:10 alle 58:30 e dalle 58:50 senza portiere.

Bertaggia ha festeggiato il gol del 2-1.

Bertaggia ha festeggiato il gol del 2-1.

Foto: pietra angolare

Bienne – Tigers SCL 1: 4

Gli SCL Tigers hanno fatto quello che il resto dei campionati non è riuscito a fare: battere Campana EHC. Langnauer regna a Seeland con 4:1.

Il leader ha scommesso su tutti i record possibili entro 24 ore. Nove anni fa, l’Hockey Club Genève-Servette ha iniziato la stagione della National League con nove vittorie e 26 punti su un potenziale di 27. Dopo la vittoria ai supplementari a Berna venerdì, Bale non è riuscito a raggiungere i 26 punti in 9 partite. Dopo la sconfitta in casa contro gli SCL Tigers, un secondo record da titolare (10 vittorie a inizio stagione) non era più possibile.

READ  Red Bull alla guida della sua auto a Istanbul con vernice speciale

Sulla base dell’improvviso successo di Langnau fu Robert Mayer, che da HC Davos Un portiere impegnato. Mayer ha salvato un totale di 35 tiri e i primi 30 tiri in porta. Solo Tino Kesler è riuscito a superare il nuovo portiere del Langnau al 51′. Con il nono gol stagionale sul 4-1 dopo appena 58 secondi, Jesper Olofsson ha confermato che Bale non era più come contro i Lakers (6:4 dopo 2:4), Friburgo (4:3 dopo 0:3) e Berna (4:3 dopo 1:3) per recuperare il ritardo.

Nell’attacco, Langnaus Harri Pesonen ha rubato la scena a tutti. Venerdì, un gol segnato in eccesso ha mostrato che la squadra di Langenauer contro i Lakers è sulla buona strada per una sconfitta casalinga per 4-5. Ventiquattro ore dopo, Bissonen ha preparato il terreno per una vittoria con poco tempo dodici minuti dopo contro 1-0 per i Tigers. Al 38′ l’enorme affluenza di pubblico ha visto anche la rassicurazione del 2-0. Anche Jesper Olofsson ha segnato due gol.

Gli SCL Tigers hanno guadagnato otto dei loro nove punti sul ghiaccio straniero, con le vittorie a Lugano, Davos e Bienne. E con Mayer e Ivars Punnenovs, ora hanno una delle coppie di portieri più forti del campionato.

Bienne – Tigri SCL 1:4 (0:1, 0:1, 1:2)
5107 spettatori. – Attacco SR/Mollard, Ghonimi/Stenstra.
Rip: 13. Pesonen (Unterzahltor!) 0: 1. 38. Grenier (Powerplaytor) 0: 2. 43. Olofsson (Huogenen, Grenier) 0: 3.52. (51:01) Kessler (Louv) 1: 3.52 ( 51:59) Olofson 1:4.
punire: 2 volte 2 minuti contro Bale, 5 volte e 2 minuti contro gli SCL Tigers.
Classifica di PostFinance: Brunner. Olofson.
Bienne: van Botelberge Rathgp, Lough; Jacoenko, Grossman; Stampfly, Forster; Schneeberger. Brunner, Schlipfer, Rajala; Kessler, Salinen, Hoogly; Beglieri, Karaffa, Künzle; Koehler, Freudfo, Garisus; Lavorando in.
Tigri SCL: Mayer. Placer, Ernie; Hugginen, Zrid; Guggenheim, Grosniklaus; Grenier, Schmutz, Olofson; Losley, Demme, Bisonnen; Petrini, Berger, Storney; Schweri, Salzgiber, Labinskis.
Appunti: Bill senza Conte, Fay, Haas, Hescher, Hoover e Tanner (tutti infortunati), SCL Tigers senza Elsener, Leeger, Punnenovs, Saarela, Schilt, Weibel e Zaetta (tutti infortunati).

Il capocannoniere dei Tigers Olofsson è inarrestabile al momento.

Il capocannoniere dei Tigers Olofsson è inarrestabile al momento.

Foto: pietra angolare

SCRJ Lakers – Zugo 3:1

I Rapperswil-Jona Lakers e EV treno muovendosi in direzioni diverse. I Lakers hanno quattro vittorie e 12 punti dopo cinque sconfitte iniziali. L’EV Zug, invece, è partito con sei vittorie, ma recentemente ne ha perse tre di fila e nel fine settimana in 24 ore, in casa contro l’Ajoie e fuori contro i Lakers.

Nella vittoria per 3-1 dei Lakers sulla Champions, tutto è andato secondo copione per soli 30 minuti. I Lakers hanno giocato con coraggio, ma lo Zugo ha guidato il quarto gol stagionale di Anton Lander per 1-0 e sembrava avere il controllo della partita. Ma nel giro di cinque minuti, Nando Egenberger (sesto gol stagionale) e Sandro Zanger (con gol da gioco forte) hanno ribaltato la partita. Emile Djouz assicura la vittoria di Rapperswail con un tiro a porta vuota a 65 secondi dalla fine.

READ  SCB im Elend - applausi per Ajoie - Anche lo Zugo ha vinto la sua quarta partita

Rapper Weil-Jonah Lakers – Zugo 3:1 (0:0, 2:1, 1:0)
3.613 spettatori. – S. R. Lemelin / Hürlimann, Meusy / Cattaneo.
Rip: 27. Lander (Herzog, Klingberg) 0: 1. 30. Eggenberger (Cervenka) 1: 1. 35. Zangger (Djuse / Powerplaytor) 2: 1. 59. Djuse 3: 1 (nel cancello vuoto).
punire: 5 volte 2 minuti contro il rapper Weil – Jonah Lakers, 6 volte 2 minuti contro lo Zugo.
Classifica di PostFinance: Egenberger. Hanson.
Il rapper Weil Jonah Lakers: Badr. Ebecher, DJ. Vouardoux, Profifico; Satarik, Jelovac. Paragano, Mayer; Eggenberger, Rowe, Cervenka; Zangger, Albrecht, Brüschweiler; stoppino, schiavo, Neukom; Meteo, Mitchell, Forere.
Zugo: Jenoni. Hanson, Stadler; Kadunau, DJ; grande puffo Wüthrich, cerchio; Simeone, Kovar, Allnsbach; Klingberg, Lander, Duca; Hoover, Leonberger e Bachuner; Stehli, Wüest, De Nisco.
Commenti:Apperswil-Jona Lakers senza Lammer, Lehmann e Moses (tutti infortunati), Zug senza Suri (malato), Martschini, Müller, Senteler e Zehnder (tutti infortunati). Si è allenato dalle 58:10 alle 58:55 e dalle 59:08 senza portiere.

Ginoni aveva più da fare a Rabee di quanto non facesse in realtà.

Ginoni aveva più da fare a Rabee di quanto non facesse in realtà.

Foto: pietra angolare

Friburgo – ZSC Lions 1: 0

Una partita molto emozionante davanti a 7012 spettatori consegnati Friburgo Guteron e il ZSC Black nero. David Descharnet ha segnato l’unico gol della partita dopo 43 minuti. Rito Pera chiude la stagione con 28 parate, dopo aver brillato nel 3-1 di Gutron a Ginevra venerdì sera.

Kilian Muttet ha avuto un grande ruolo nella porta del Friburgo. L’ala ha afferrato un disco dietro la copertura e ha giocato Desharnais, che è stato in grado di sparare praticamente senza ostacoli dopo essersi girato.

Gutron ha subito solo un gol nelle due partite di questa settimana ed è di nuovo in ascesa. Gli ZSC Lions hanno perso di nuovo per la prima volta dopo tre vittorie.

Friburgo-Gutieron – ZSC Lions 1:0 (0:0, 0:0, 1:0)
7012 spettatori. – S. R. Bechaczyk/Stolke, Altman/Stalder.
Tor: 43. Desharnais (Mottetto, Brodin) 1:0.
punire: Le tue 2 volte 2 minuti.
Classifica di PostFinance: Sono morto. ru.
Friburgo Gutron: Pera. Gunderson, Chavilas; Sutter, Furer, Dufner, Gicker. Brodin, Descharnat, Mottet; Spranger, Schmid, De Domenico; Bykow, Il Segreto, Signori; Rossi, Bougrou, Jörg; Lavorando in.
ZSC nero: Weber. Noro, Marty. Trautmann, Gering; Weber, Joby. Phil Baltisberger, Chris Baltisberger, Rowe, Andregetto; Azevedo, Malgin, Quinville; Soba, Krueger, Siegrest; Eichlemann, Shabi, Pedretti.
Appunti: Fribourg-Guteron senza Diaz, Marchon (entrambi malati) e Camerzin (feriti), ZSC Lions senza Bodenmann, Morant, Reddy (tutti feriti) e Dim (paziente). ZSC Lions da 57:06 senza portiere.

Ajoie – Serft 3: 4 nP

Dopo quattro sconfitte consecutive, la città di Ginevra è tornata al successo. Non da ultimo grazie a Daniel Winnick, il finalista dei playoff ha vinto 4:3 in trasferta contro la neopromossa Ajoy ai calci di rigore.

Il Ginevra, però, non è stato del tutto soddisfatto di questa serata: sperava di ottenere tre punti in fondo alla classifica. Hanno mancato quel gol perché Aguiz ha segnato Alan Bierbaum 83 secondi prima della fine dei tempi regolamentari per il 3:3.

Il match winner al Servette è stato il canadese Daniel Winnick. Il veterano 36enne ha segnato due gol e fornito un assist ed è riuscito anche ai rigori che la squadra di Ginevra ha vinto 3-0.

Ajoie è uscita dal ghiaccio come una perdente, ma in qualche modo le è stato permesso di considerarsi una delle vincitrici delle ultime 24 ore. Dopo aver battuto il campione dello Zugo dopo i tempi supplementari venerdì, la squadra dei rookie ha segnato un punto anche contro il Servet e ha lasciato l’ultimo posto alle spalle di Losanna non giocato.

Ajoy – Ginevra – Servet 3:4 (0:2, 2:1, 1:0, 0:0) nP
3.497 spettatori. – S. R. Dipietro/Urban, Kehrli/Huguet.
Rip: 10. Winnik (Filppula) 0: 1. 16. Winnik 0: 2. 31. Romanenghi (Huber / Powerplaytor) 1: 2. 36. Filppula (Winnik, Tömmernes / Powerplaytor) 1: 3. 39. Devos (Frossard) 2 : 3.59 – Bierbaum (Powerplaytor) 3:3.
Calci di rigore: Winnik 0: 1, Devos -; Filppula -, Hazen -; Tömmernes 0:2, Frossard -; Media 0:3.
punire: 3 volte 2 minuti contro Ajoie, 4 volte 2 minuti contro Genève-Servette.
Classifica di PostFinance: Frosordo. Filppula.Ajoie: Lupo; Bierbaum, Boye; Roeler, Eigenmann; Makwat, Howert; Malo Gfeller, Helfer; Hazen, DeVos, Dirt; Bogdanov, Frosard, Frey; Rohrbach, Romanini, Huber; Colin Geffler, Nizza, Schneige.
Ginevra Servet: di lusso; Jacquemet, Tomernes; Carrier, Lou Coulter; Simmons, Maurer; Ogaz. parassiti, Filppula, Winnik; Moy, Joris, Miranda; Vollmin, Berthon, Voylamose; Cavalieri, Smirnoff, Batteria; Riat.
Appunti: Ajoie senza Asselin, Gauthier-Leduc e Ostlund (tutti infortunati), Geneve Servet senza Antonity, Mercier, Beaulieu, Richard, Ruud e Tanner (tutti infortunati). Ajoie dalle 57:07 alle 57:44 senza portiere. (prima di /sda)

Ajoie ha anche mostrato il suo spirito combattivo contro il Servette.

Ajoie ha anche mostrato il suo spirito combattivo contro il Servette.

Foto: pietra angolare

orario: