Gennaio 24, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Le stelle dello sci scuotono la testa solo dopo la gara di Zagabria

Luca Aerni mostra la sua opinione sulla gara di Zagabria.

SRF . screenshot

La gara di slalom di Zagabria sarà posticipata da mercoledì a giovedì, quindi annullata dopo soli 19 piloti. La gara diventa una farsa e provoca molte reazioni negative dalle fessure del pattinaggio.

Luca Erni ha tagliato il traguardo giovedì con 3,22 secondi di ritardo – e mostra alla telecamera cosa vede in gara: lo svizzero si batte quattro volte la fronte con l’indice. Dopo alcuni conducenti, la rampa ha iniziato a cedere. Ancora e ancora i buchi dovevano essere riempiti di neve. “La pista è inaccessibile con la nostra attrezzatura”, dice Ernie dopo il suo viaggio. Dopo di lui, altri due piloti si sono tormentati, quindi la direzione della gara ha deciso di annullare il tempo tanto atteso.



“Penso che sia un peccato rischiare la nostra stagione su una tale pendenza”, ha detto Airney. Cosa significa: le forature aumentano notevolmente il rischio di lesioni per il conducente. Victor Moffat-Gende deve sperimentarlo di persona. I francesi sono vittime di condizioni pericolose. Cade e si rompe la caviglia. I profili di Gende possono dimenticare le Olimpiadi.

“Ora è un disastro”

Così il suo collega Alexis Pintoro giudica severamente i responsabili. “Era troppo oggi, FIS”, ha detto sui social media il vincitore della Coppa del Mondo dello scorso anno. “Sono arrabbiato e mi dispiace molto per il mio amico.”

Loic Millard, un amico di Geinde lontano dalla pista, dice anche che Zagabria è andata troppo oltre. Henrik Kristoffersen è sconvolto dal fatto che mercoledì non sia stata presa la decisione di annullare completamente la gara. Perché lo slalom avrebbe dovuto già svolgersi per allora, ma è stato rimandato a giovedì a causa delle temperature calde.

READ  Così Jan Sommer ha parato il rigore di Jorginho

“Le decisioni degli ultimi due giorni sono state davvero divertenti”, afferma il frustrato norvegese ARD. “Le condizioni sulle piste non sono buone. Oggi non è migliore di ieri”. Tutto è “caos adesso”. Poiché l’entourage sciistico ha un giorno in meno per recarsi ad Adelboden, le seguenti gare si svolgono già sabato (slalom gigante) e domenica (slalom).