Ottobre 16, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Le specie influenzali si sono estinte a causa della pandemia di Covid-19

Robert Clatt

Le misure di controllo delle infezioni e le restrizioni ai viaggi durante la pandemia di Covid-19 hanno portato all’estinzione di alcune specie influenzali. Ironia della sorte, le prossime ondate di influenza saranno più forti di prima.


Hong Kong, Cina). Diverse misure preventive sotto COVID-19– Un’epidemia si è verificata nel 2020 e nel 2021, fallimento quasi completo della stagione ondate di influenza guidato. Secondo uno sul server di prestampa in revisione Uno studio pubblicato dall’Università di Hong Kong, ha portato alla scomparsa di alcune linee note del virus dell’influenza, comprese le linee del virus che erano incluse nell’attuale vaccinazione antinfluenzale.


Per lo studio, il team di Vijaykrishna Dhanasekaran ha analizzato i dati del Global Influenza Surveillance and Surveillance System (GISRS) dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che contiene una panoramica completa dei dati di sorveglianza e sequenziamento in tutto il mondo. Secondo i dati GISRS, è molto probabile che la linea Yamagata dell’influenza B, che è stata vaccinata anche nell’attuale vaccino antinfluenzale per la stagione 2021/22, si estingua dall’aprile 2020.


Misure di controllo delle infezioni e restrizioni di viaggio

Le restrizioni ai viaggi in tutto il mondo e le misure di protezione dalle infezioni per la pandemia di Covid-19 sono responsabili dell’estinzione delle varianti dell’influenza. Ciò non solo impedisce la diffusione di SARS-CoV-2, ma garantisce anche che i focolai regionali di influenza B non si diffondano perché le catene di infezione sono morte.

Ciò colpisce in particolare le regioni temperate, dove le ondate di influenza stagionale di solito divampano perché il virus viene trasmesso da altre regioni in inverno. Ciò è più evidente nel caso del sottotipo H3N2, che si verifica solo nel sud-est asiatico in estate e si diffonde da lì in autunno e in inverno. Gli autori dello studio ipotizzano che ciò valga anche per altre varianti scomparse durante la pandemia di Covid-19,

READ  Dinosauri: ecco come i rettili preistorici hanno beneficiato dei vulcani


Forti ondate di influenza in futuro

in un Scienza C’è consenso sul fatto che l’assenza di influenza stagionale porterà a ondate significativamente più gravi se le misure Covid-19 non saranno più in atto. Questo perché una precedente esposizione al virus porta a una diminuzione della protezione immunitaria nel tempo.

Inoltre, la situazione attuale garantisce una distribuzione regionale molto diversa delle linee di virus. In alcune regioni del mondo, la prossima pandemia di influenza risulterà in rare serie di virus non coperte dai vaccini attuali che consentiranno alla popolazione di sviluppare quasi nessuna protezione dalle precedenti infezioni contro di loro.

Nella recensione, doi: 10.21203/rs.3.rs-850533/v1