Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Le banche svizzere soffrono della crisi immobiliare cinese

Gli auspicati piani di crescita delle banche svizzere rischiano di scomparire nel nulla a causa della crisi immobiliare in Cina. Questo scrive il Il giornale della domenica. I prezzi di UBS, Credit Suisse e Julius Baer sono scesi più bruscamente di quelli di altre banche in Europa o in Nord America sulla scia del crollo del gigante immobiliare carico di debiti Evergrande.

Il gigante del mercato azionario da 200.000 dipendenti, da cui dipendono i 3,8 milioni di posti di lavoro della Cina, è sull’orlo. Il secondo più grande sviluppatore immobiliare della Repubblica Popolare Cinese ha accumulato debiti per 300 miliardi di dollari. Acquirenti, investitori e banche tremano da settimane. Evergrande sta affrontando l’abisso, anche se il fondatore e presidente Hui Ka Yuan (62) supplica che l’azienda si lasci alle spalle le “ore più buie”.

READ  L'aggiornamento della rete Cardano dietro l'angolo