Gennaio 17, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

L’attuale Corona: 81.417 nuovi contagi – cresce il contagio – politica

Il Robert Koch Institute (RKI) ha riportato un nuovo aumento di 81.417 nuovi casi di corona, dopo aver stabilito un record negativo mercoledì. Il tasso di infezione a sette giorni aumenta a livello nazionale da 407,5 a 427,7. Il valore indica il numero di persone ogni 100.000 della popolazione contagiata dal coronavirus negli ultimi sette giorni. Il valore del pregiudizio è attualmente il più alto a Brema con 1438,5.

Secondo l’RKI, altre 316 persone legate al virus sono morte. Ciò aumenta il numero di decessi segnalati a 115 051. Il numero di pazienti affetti da corona ricoverati in cliniche per 100.000 residenti entro sette giorni è stato determinato da RKI mercoledì 3:13 (martedì: 3:34). (13.01.2022)

Dodici stati federali stanno esaminando la licenza dell’app Luca

In una dozzina di stati federali, non è chiaro se Luca continuerà a utilizzare contrattualmente il contact tracing nella pandemia di coronavirus. In Baden-Württemberg, Baviera, Berlino, Brandeburgo, Brema, Amburgo, Assia, Meclemburgo-Pomerania occidentale, Bassa Sassonia, Renania-Palatinato, Saarland e Sassonia-Anhalt, questo è stato verificato, secondo un sondaggio dell’Agenzia di stampa tedesca. Lo Schleswig-Holstein ha deciso di non estendere la licenza oltre marzo. Non esiste alcun contratto tra la Renania settentrionale-Vestfalia, la Sassonia e la Turingia con l’operatore.

Mentre i sostenitori della privacy vedono i rischi, l’Associazione provinciale tedesca annuncia sull’app: “Riteniamo che Luca rimanga il modo più ragionevole per tracciare i contatti poiché esiste un canale diretto tra il dipartimento della salute, l’operatore del ristorante e l’utente”, ha affermato una portavoce . “Se necessario, le autorità sanitarie possono accedere rapidamente ai dati delle persone colpite e che possono essere contattate e contattate”. (13.01.2022)

Il Senato francese ha inasprito le restrizioni sui non vaccinati

Il Senato francese ha approvato il previsto inasprimento delle norme sul coronavirus per le persone non vaccinate con restrizioni. Per contenere la quinta ondata, le persone non vaccinate presto non avranno più accesso a strutture come gastronomia e cultura e non potranno più utilizzare treni e lunghi viaggi. Finora, questo era ancora possibile con l’attuale test negativo.

Tuttavia, il Senato ha deciso che l’inasprimento avrà effetto solo se nelle cliniche francesi ci saranno più di 10.000 malati di corona. Attualmente ci sono circa 24.000 pazienti. Coloro che si sono ripresi devono anche ricevere in futuro una Corona Card digitale, che consente l’accesso illimitato a strutture ed eventi, come stabilito dal Senato. L’obbligo di fornire la prova della vaccinazione come prerequisito per l’accesso deve applicarsi anche solo a partire dai 18 anni di età.

Per ragioni dominanti, i viaggi a lunga distanza dovrebbero essere ancora possibili con un test senza vaccinazione. Anche chi ha già fissato un appuntamento per la vaccinazione dovrebbe temporaneamente continuare ad arrivare ovunque con il test. Il Senato ha eliminato le sanzioni più rigide ai tavoli e l’obbligo per i ristoranti di verificare l’identità degli ospiti. Questa è l’unica autorità della polizia.

READ  Alla scoperta dello scrigno del tesoro di Marte: la navicella spaziale della NASA risolve un antico mistero

Il numero di casi in Francia è aumentato drammaticamente nelle ultime settimane. La variante omicron del coronavirus è ormai prevalente nel Paese. Mercoledì, sono stati registrati quasi 362.000 nuovi casi di corona in un giorno. L’ultimo tasso nazionale è stato di 2.811. Si riferisce al numero di infezioni registrate ogni 100.000 persone in una settimana. (13/01/2022)

Precedenti punti caldi nell’est con numeri bassi

I precedenti hotspot di coronavirus nella Germania orientale stanno attualmente segnalando valori relativamente bassi, secondo i dati del Robert Koch Institute. Mentre il tasso di infezione per l’intera Germania è 407,5, la Sassonia con 239,5 ha il valore più basso tra tutti i 16 stati, davanti a Sassonia-Anhalt con 254,4 e Turingia con 277,6. In testa Brema con 1.296,8 e Berlino con 856,4.

Il ministro degli Affari sociali lì, Petra Köping (SPD), spiega il forte calo dei contagi in Sassonia in parte dovuto alle regole Corona inasprite a livello regionale: “Sono state misure drastiche, tagli duri”, dice Köpping. L’epidemiologo di Lipsia Markus Schulz la vede in modo simile: “Con le misure (negli adulti), abbiamo ottenuto una riduzione dei contatti del 50 percento”. Per questo motivo, l’ondata di infezione è stata appiattita in precedenza dalla variante delta. La variante Omikron inizialmente altamente contagiosa è meno comune in Sassonia che in altre regioni. Tuttavia, se Omikron prevale, Schulze crede che la situazione cambierà rapidamente. “Ci aspettiamo un nuovo rally al più tardi entro la fine di gennaio. Ci saranno di nuovo numeri da record”. Il Ministero della Salute della Turingia condivide questo punto di vista. “Dopo tutte le aspettative e i calcoli, presumiamo che la situazione in Turingia si deteriorerà nuovamente”, ha affermato una portavoce. (12.01.2022)

Lauterbach abbandona la sua proposta di vaccinazione obbligatoria

Il ministro federale della sanità Karl Lauterbach non propone un obbligo di vaccinazione universale. portale di notizie Pioniere “Ho deciso di non presentare la mia proposta ma di essere neutrale”, ha detto il politico socialdemocratico. Presentare il proprio progetto al Parlamento non sarebbe certo una “idea intelligente”. Come ministro della Salute, deve avere “una misura di imparzialità”.

READ  Un colpo di scena imprevedibile: un'ondata invernale difficilmente può essere vaccinata

Lauterbach ha sottolineato che su questo argomento è “spalla a spalla” con il Cancelliere federale Olaf Scholz. “Siamo chiari sostenitori della vaccinazione obbligatoria”. Il ministro non vede particolari pressioni temporali. Per la variante Omikron, la vaccinazione obbligatoria non gioca più un ruolo decisivo. Dovresti lavorare in prospettiva, “in modo che l’onda in autunno possa essere evitata”. (12.1.2022)

Gli esperti mettono in guardia contro l’utilizzo di test antigenici per test gratuiti

Nel dibattito sull’affidabilità dei test antigenici, un esperto mette in guardia contro la falsa sicurezza attraverso risultati negativi del test. “Il test gratuito non può essere eseguito esclusivamente con un test antigenico”, ha affermato Andreas Bobrovsky, presidente dell’Associazione professionale dei medici di laboratorio tedeschi, dell’agenzia di stampa tedesca. Ha notato i piani del governo federale per consentire test gratuiti anticipati per mettere in quarantena non solo i test PCR, ma anche i test antigenici di “alta qualità”. Poiché i test dell’antigene, che includono autotest e test rapidi, spesso non funzionano, specialmente quando la carica del virus è bassa, questo è un segnale problematico, afferma Bobrovsky.

La carica virale tende a diminuire molto rapidamente, specialmente a Omikron, specialmente nelle persone vaccinate. Bobrovsky ha indicato che la differenza nell’affidabilità di tutti i test antigenici è “molto grande”, specialmente nel caso di infezione da corona asintomatica rispetto al test PCR. Mentre i test PCR forniscono sempre risultati corretti nel rilevare l’infezione da corona anche con una bassa carica virale, il test dell’antigene è stato correttamente positivo nei cicli asintomatici con una bassa carica virale solo in circa la metà delle persone infette, ha affermato l’esperto.

Per quanto riguarda i test PCR, il Ministero della Salute ha recentemente dichiarato che la potenziale capacità settimanale di 2,4 milioni di test non sarà ancora esaurita con 1,5 milioni di test PCR. “L’onere nei laboratori è significativo, ma non vedo alcun motivo di grande preoccupazione”, ha affermato Michael Mueller, presidente dell’Association of Accredited Laboratories in Medicine (ALM), secondo l’annuncio. (12.01.2022)

L’avvocato dei pazienti esorta Scholz a stare lontano dalle vaccinazioni obbligatorie

Il paziente Eugene Brych invita il cancelliere Olaf Schultz ad abbandonare il piano generale di vaccinazione contro Corona. Il consiglio di amministrazione della Fondazione tedesca per la protezione dei pazienti, la rete editoriale tedesca, ha dichiarato: “Il dibattito sulla vaccinazione obbligatoria sta attualmente gettando un’ombra su tutto. Ma sta diventando sempre più improbabile se accadrà davvero”. “Anche se il Cancelliere ha reso la vaccinazione una priorità assoluta, Olaf Schultz ora deve avere la scala per tornare indietro. Perché le questioni più urgenti sono state rimandate troppo a lungo”.

READ  Berlino: sei dei primi dieci hot spot si trovano nella capitale

Brech dice che le domande sulla vaccinazione obbligatoria sono molto complesse. Chiunque voglia iniziare ora dovrebbe anche spiegare come sarebbe possibile uscire dal servizio. Il paziente lo difende, dicendo: “Questo è sullo sfondo che non è possibile fermare le varianti del virus in futuro e la vaccinazione non porta a un’immunità sterile”. Ma la vaccinazione è chiaramente la tua migliore protezione.

Pertanto, Brech chiede anche che una quarta dose del vaccino contro il coronavirus sia disponibile per tutti entro l’estate. “Tutti dovrebbero avere l’opportunità di approfittare della quarta offerta di vaccinazione con i principi attivi attualmente disponibili entro l’estate”, ha detto Brech ai giornali del Funke Media Group.

Il medico di terapia intensiva Christian Karaganidis, che è anche membro del Corona Expert Council del governo tedesco, sconsiglia di offrire ora la quarta vaccinazione. “Con la normale vaccinazione IV, dobbiamo aspettare fino a quando non sarà disponibile un vaccino modificato”, ha detto ai giornali del Funk Media Group. (12.01.2022)

Fusei: Omicron raggiungerà quasi tutti

Secondo il massimo esperto americano Anthony Fauci, prima o poi il coronavirus di tipo omicron altamente contagioso colpirà quasi tutti. “Con l’efficacia straordinaria e senza precedenti della trasfusione, Omikron alla fine troverà quasi tutti”, ha affermato l’immunologo e consigliere presidenziale. Anche le persone che sono state vaccinate verranno infettate, ma la maggior parte non diventerà così difficile, quindi non dovranno andare in ospedale o non moriranno, ha detto Fauci in un’intervista al Centro di ricerca per gli studi strategici e internazionali CSIS. ).

I peggiori saranno quelli che non sono stati ancora vaccinati, ha detto Fauci. Negli Stati Uniti, solo 208 milioni di persone, ovvero poco meno del 63% della popolazione, sono completamente vaccinate. Finora solo 76 milioni di persone hanno ricevuto un vaccino di richiamo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha recentemente avvertito di un aumento del numero di casi in Europa. Nei prossimi due mesi, più della metà della popolazione del continente potrebbe essere infettata da Omicron. L’Omicron rappresenta un’onda di marea che si estende da ovest a est attraverso la regione europea dell’OMS, che comprende anche paesi non europei, aggiungendosi agli alti delta che i paesi avrebbero sperimentato entro la fine del 2021, ha affermato Hans. conferenza a Copenaghen. (12.01.2022)