Ottobre 26, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Johnny non vuole di più.

Paul McCartney in un concerto del 2017 a Perth.

dpa

Chi è responsabile dello scioglimento dei Beatles? Paul McCartney afferma che John Lennon voleva una nuova vita al di fuori della band.

Anche più di 50 anni dopo lo scioglimento dei Beatles, l’ex membro Paul McCartney sta lamentando la fine della leggendaria band.

I media britannici hanno riferito lunedì da un’intervista con McCartney che il gruppo ha creato “roba molto buona”, “strada dell’abbazia”, ​​”lascia che sia” e “perfettamente decente”. con la BBCIn onda il 23 ottobre. “Quella era la mia band, quello era il mio lavoro, quella era la mia vita, ed è per questo che volevo andare avanti”.

Il cantante ha nuovamente contraddetto le voci secondo cui era responsabile dello scioglimento della band nel 1970. “Non ho iniziato io la rottura. disse McCartney, riferendosi al suo simpatico cantautore John Lennon. Se Lennon non avesse lasciato la band, la loro carriera sarebbe potuta andare avanti molto più a lungo.



“Il punto era in realtà che Jon ha iniziato una nuova vita con Yoko. Jon ha sempre voluto separarsi dalla società perché è stato cresciuto da sua zia Mimi, che era molto opprimente, e ha sempre voluto scappare”, ha detto McCartney.

La rottura dei Beatles ha scosso il mondo della musica nonostante le note differenze all’interno della band. Per decenni si è discusso su chi o cosa alla fine abbia portato alla rottura. Ciò è dovuto anche al fatto che il regista Allen Klein ha tenuto segreti i quattro membri – ad eccezione di Lennon, McCartney, il chitarrista George Harrison e il batterista Ringo Starr. subordinare i fantastici Quattro A parte McCartney, Starr è ancora vivo. Lennon è stato assassinato nel 1980 e Harrison è morto di cancro nel 2001.

READ  Adele fa la storia con due copertine di Vogue

dpa