Gennaio 17, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Italia – Misericordia dopo 50 anni – Politica

Mezzo secolo dopo, il presidente della Repubblica Sergio Materella ha graziato un attivista altoatesino. Lo ha annunciato giovedì sera a Roma il Palazzo Presidenziale. Heinrich Oberleiter, ora ottantenne, fu coinvolto in diversi attentati in Alto Adige negli anni ’60 e fu condannato all’ergastolo nel 1971. Oberleiter Pustertal (“Puschtra Buibm”) faceva parte del gruppo e fuggì all’estero. Da allora vive nella Bassa Franconia, in Baviera. Tuttavia, dopo le sue scuse, ora può tornare in patria in Italia.

I figli dell’uomo si erano scusati con Matterella nel 2018. Il presidente ha giustificato la sua decisione affermando che nessuno era morto negli attentati, che Heinrich Oberleiter aveva espresso rammarico e che il pm di Brescia era favorevole alle scuse. Il governatore altoatesino Arno Kombatsher ha parlato di “generosità”.

L’Alto Adige ha combattuto per la sua indipendenza e autonomia dopo la seconda guerra mondiale. Oltre agli sforzi diplomatici, ci sono state anche azioni violente, soprattutto contro aziende italiane o infrastrutture, pali dell’elettricità e monumenti.

Oberleiter e gli altri uomini del suo gruppo hanno aggiunto orgoglio all’omicidio di un moschettone nel 1964. Solo allora furono assolti dalla nuova testimonianza. Oberleiter fu il primo dei tre “Pushtra Buibm” ancora deportati e che fu graziato.

READ  Si sono uniti i saltatori in alto olimpici del Qatar e dell'Italia. Invece di saltare gli amici, hanno deciso di condividere la medaglia d'oro.