Novembre 27, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Ipotetico nono pianeta: gli astronomi stanno ovviamente restringendo l’area di ricerca

Due astronomi che hanno cercato per anni un nono pianeta ai margini del sistema solare hanno ora ristretto il campo dove dovrebbe essere e come altri potrebbero cercarlo. Mike Brown e Konstantin Batygin del California Institute of Technology (Caltech) hanno cercato nel database di rilevamento del cielo ZTF (la Zwicky Transit Facility) in un modo nuovo e poi hanno simulato ciò che avrebbero trovato e non. Quindi rimangono convinti che Planet 9 sia là fuori e descrivono le loro scoperte come una mappa del tesoro migliorata da cercare. Poche settimane fa hanno presentato la prima mappa e le caratteristiche approssimative del globo, che sono state descritte solo in teoria.

Come ora spiega Brown,, la ZTF cerca oggetti nel cielo notturno che cambiano posizione in tempi relativamente brevi, come comete e asteroidi. In tre anni ne sono stati trovati 13 milioni. La ricerca di un pianeta lontano è particolarmente difficile perché gli oggetti nel sistema solare coprono percorsi complessi nel cielo dalla prospettiva della Terra. Questo è il motivo per cui la ricerca è stata svolta in modo diverso e i dati sono stati trasformati in modo da mostrare ciò che si può vedere dalla prospettiva del Sole. A loro avviso, i movimenti sono molto più semplici e corrispondono a grandi cerchi. Sfortunatamente, anche con questo non è stato trovato un nono pianeta in 13 milioni di oggetti.

Ma questo non termina l’analisi: poiché le orbite del Pianeta Nove dovevano essere calcolate in anticipo, ai dati ZTF è stato aggiunto un insieme di 100.000 orbite simulate e ne è stato identificato un numero. Il 56 percento avrebbe potuto essere rilevato, ma il 44 percento non è stato trovato nella struttura transitoria di Zwicky, ad esempio se un corpo celeste si trovava molto a sud nel cielo. I dati sono stati raggruppati in modo tale che gli interessati possano ora cercare da soli il cielo, ignorando le aree già coperte dalla ZTF. I dati necessari sono disponibili per il download.

READ  Dopo il successo del vaccino: l'analista dichiara Moderna "Tesla per l'industria biotech" | 18/08/21

Brown e Batygin sono convinti da anni che ci debba essere un altro grande pianeta nel Sistema Solare lontano da Plutone, che da allora è degenerato in un pianeta nano. La ragione più importante data loro è l’apparente somiglianza nelle orbite di molti corpi del sistema solare che sono stati scoperti più lontani dal sole. Pensano che il pianeta Nove, che si trova in un’orbita simile a uno specchio, spieghi questo. Altri lo hanno contraddetto. Per diversi anni da allora, i due hanno perfezionato le loro simulazioni e ora ipotizzano che l’ipotetico pianeta si trovi a più di 300 AU dal sole e circa sei volte la massa della Terra. il tuo ultimo lavoro Apparirà sull’Astronomical Journal.


(mese)

alla home page