Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Integrazione – Banca d’Italia valuta l’estensione delle offerte di fusione

I due uomini, che hanno familiarità con la situazione, hanno detto a Reuters che stavano considerando di mantenere lo sconto per altri sei mesi fino alla fine di giugno 2022. In linea di principio, le norme fiscali riguardano tutte le società. Le banche in particolare dovrebbero beneficiarne. Il governo italiano ha introdotto regole fiscali nel bilancio 2021 per facilitare la vendita della banca statale di crisi Monte dei Paschi di Siena (MPS) alla grande banca Uncredit.

Sono in corso trattative tra UniCredit e MPS. L’accordo preliminare è atteso nelle prossime settimane. Molti che hanno familiarità con i negoziati affermano che ci vorrà più tempo per l’approvazione formale, che consentirà l’entrata in vigore delle agevolazioni fiscali. Unicredit e la Tuscan Money House hanno rifiutato di commentare le informazioni. L’autorità fiscale italiana ha chiarito a settembre che la tassa si applicherà a molti, molti accordi separati di fusione. Secondo il banchiere, se le agevolazioni fiscali vengono estese, si apriranno le porte ai collegamenti a tre vie.

Dalla ripresa del miliardo di dollari nel 2017, il governo italiano ha detenuto la quota di maggioranza nella più antica casa di cassa ancora attiva al mondo. Tuttavia, si prevede di interrompere la partecipazione a MPS entro il 2022. Affinché Unicredit acquisisca un’interessante società in crisi, il governo ha promesso di iniettare capitali e assumersi rischi legali.

(Reuters)

READ  Serie A: trasmessa in TV o in diretta streaming in Germania