Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Immo-Schock si estenderà alla Svizzera?

Le immagini dalla Cina ci ricordano scene del 2007, quando la crisi finanziaria ha sconvolto il mondo: investitori arrabbiati hanno preso d’assalto l’atrio della sede di Evergrande a Shenzhen. Vogliono indietro i loro soldi. Ci sono immagini di questa settimana. La situazione nella società immobiliare piena di debiti peggiora ogni giorno.

Evergrande, il secondo più grande sviluppatore immobiliare in Cina, è sull’orlo. Il gruppo gemeva sotto una montagna di debiti di oltre 300 miliardi di dollari. Nel recente passato, lo stesso colosso immobiliare ha messo in guardia dal rischio di liquidità e default se non riprendesse i lavori di costruzione, vendesse immobili in società e non rinnovasse i prestiti.

Il mondo sembra affascinato dalla Cina

Nel mercato azionario, le azioni sono crollate negli ultimi giorni e il commercio di obbligazioni è stato temporaneamente sospeso dopo il crollo dei prezzi. I mercati finanziari temono le onde d’urto. Riguarderà anche la Svizzera? Il mercato immobiliare svizzero è A seconda della politica monetaria globale. Il networking globale sta crescendo.

Martin Neff, 61 anni, capo economista di Raiffeisen Svizzera, al momento non prevede che si verifichi la crisi immobiliare. Mercato immobiliare svizzero controllerò. “Non si può escludere un po’ di tensione sui mercati finanziari”, afferma l’esperto immobiliare. Ma il problema è nostrano e non può essere paragonato alla crisi dei mutui negli Stati Uniti.

Le autorità avvertono le banche

READ  Banca Alpinum: il proprietario cambia l'ex capo CS