Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il separatista Carlos Puigdemont accetta di essere processato in Italia

Carlos Puigdemont, il leader separatista spagnolo catturato in Italia, vuole affrontare un processo. Si tratta di consegnare alla Spagna. Il suo avvocato è fiducioso.

Carlos Puigdemont, l’ex capo del governo della provincia spagnola della Catalogna, ha promesso di comparire in tribunale il 4 ottobre in Sardegna. Lo ha confermato sabato il suo avvocato Gonzalo Baye in un’intervista al quotidiano spagnolo “La Vanguardia”. Il giornale ha citato Boe dicendo: “Rischio zero, questo processo è morto”.

Il 58enne è stato arrestato giovedì su un’isola italiana del Mediterraneo a causa di un mandato di cattura spagnolo ed è stato rilasciato senza condizioni il giorno dopo. Un giudice della città di Sasari ha ordinato a Puitjemot di comparire in udienza. Quindi sorge la domanda se Puigdemont debba essere trasferito in Spagna.

Accusa di ribellione

La magistratura spagnola accusa Puigdemont di aver tentato di dividere il referendum illegale sull’indipendenza del 1 ottobre 2017 e la rivolta in Catalogna e di appropriarsi indebitamente di fondi pubblici. A quel tempo era il capo del governo regionale a Barcellona. I separatisti non si avvicinarono all’obiettivo dell’indipendenza della Catalogna.

Puigdemont è fuggito all’estero in tempo utile nell’autunno del 2017. I suoi compagni di campagna che non lo hanno fatto sono stati condannati da nove a 13 anni di carcere. Sono stati graziati lo scorso giugno.

READ  Serie A: trasmessa in TV o in diretta streaming in Germania