Ottobre 25, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il responsabile dell’incidente di massa del Tour de France rischia un anno di carcere

Un incidente di massa ha causato molta eccitazione al Tour de France di quest’anno. Perché è stato interpretato da uno spettatore distratto. Ora sei minacciato con una pesante multa.

La donna francese di 31 anni aveva in mano un cartello di cartone con la scritta “Allez Opi-Omi!” tra le mani e tese le braccia nel momento sbagliato: proprio in quel momento in cui il campo di guida le camminava accanto. Il tedesco Tony Martin non riuscì più a scappare e cadde duro. Ne seguì una collisione di massa, circa 50 passeggeri caddero e molti dovettero ritirarsi dal tour a causa di gravi ferite. Tra questi c’è lo spagnolo Marc Soler, che si è rotto il braccio sinistro.

Secondo il quotidiano francese “LeParisien”, la donna ha dovuto rispondere davanti al tribunale di Brest da giovedì. È accusata di aver messo in pericolo gli altri e di aver trascurato i danni fisici. Se condannata, rischia un anno di carcere e una multa di 15.000 euro.



Appena quattro giorni dopo la caduta di massa e mentre chiamava i testimoni, Frenchie si è presentata alla polizia perché non sopportava più la pressione dei media. Il procuratore Camille Miansoni ha dichiarato a luglio di avere “un senso di vergogna e paura per le conseguenze del suo atto”. Ha detto che era disperata dalla copertura mediatica della sua stupidità. La donna francese ha voluto solo salutare i suoi nonni, tifosi del Tour de France, con l’insegna del nonno e della nonna. Tua nonna è tedesca.

Gli organizzatori del Tour de France ASO avevano ritirato la causa precedentemente annunciata contro la donna. Tuttavia, l’organizzazione internazionale Cyclistes Professionnels Associés (CPA) con sede in Svizzera ha confermato la sua denuncia.

READ  Senza i regolamenti ATP, solo Roger Federer sarebbe classificato 76esimo nel mondo