Novembre 27, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il primo impianto di sci chiuso: perché esplode Corona nel Berchtesgadener Land

Da giovedì, la regione di Berchtesgaden deve entrare in isolamento. Perché lì entra in vigore la nuova ordinanza bavarese sulle misure di prevenzione delle infezioni (No. 15°), in vigore da mercoledì per il Free State. Di conseguenza, tutte le contee la cui incidenza supera i 1.000 entro sette giorni devono entrare nelle cosiddette chiusure di hotspot regionali.

Gravi riduzioni nella regione nel sud-est della Baviera, che sopravvive in gran parte al turismo: perché devono chiudere hotel, ristoranti, strutture ricreative e culturali come teatri, cinema, piscine e ferrovie di montagna. Scuole, parrucchieri e rivenditori restano aperti.

Solo il 56% della popolazione è stato vaccinato

La situazione nel Berchtesgadener Land è grave: il tasso di infezione per 7 giorni è di 1080. Secondo l’ufficio competente della contea di Bad Reichenhall, ci sono attualmente più di 1.500 casi attivi nella regione – più di 1.149 sono stati registrati in passato sette giorni da solo.

E rosso anche il semaforo dell’ospedale: in totale saranno 61 COVID-19 Degenti ricoverati – le unità di terapia intensiva sono piene. Otto casi residenti nel Berchtesgadener Land sono già in cura nelle cliniche della regione di Traunstein, anch’essa duramente colpita.

Come molte regioni bavaresi con un alto tasso di infezione, anche il Berchtesgadener Land ha un basso tasso di vaccinazione. Secondo il Dipartimento della Salute, circa il 56 percento della popolazione è stato vaccinato: circa il 58 percento è ora vaccinato per la prima volta. Circa il 16% di quelli vaccinati è già stato completamente potenziato.

Stanchezza vaccinale e scetticismo vaccinale come possibile causa

In generale, la quota è troppo bassa per fermare il processo di infezione. E sebbene il distretto non abbia mai chiuso i suoi centri di vaccinazione, ci sono squadre mobili di vaccinazione e sono disponibili vaccini a sufficienza. “Facciamo tutto”, citato.globalismoDirettore distrettuale Bernard Kern. L’offerta di vaccinazioni può essere aumentata, ma purtroppo non c’è domanda. Lo stesso Kern sospettava lo stress da vaccinazione. Secondo “il mondo”“Anche lo scetticismo sulla vaccinazione nella regione è grande.

READ  Dinosauri: ecco come i rettili preistorici hanno beneficiato dei vulcani

Lo stesso vale per l’intera Baviera meridionale, dove gli incidenti hanno superato la soglia dei 1.000 in molte regioni e i tassi di vaccinazione sono inferiori a quelli della Baviera settentrionale. Il primo ministro bavarese Markus Söder sospettava che ciò fosse dovuto all’alto livello di scetticismo sulla vaccinazione in queste regioni. In un’intervista con Bild-Live, ha recentemente parlato di un maggior numero di intellettuali laterali e di cittadini del Reich nello Stato Libero meridionale.

È anche chiaro che nel sud della Baviera è presente un certo scetticismo nei confronti della medicina tradizionale, così come la sua vicinanza alla medicina alternativa. “Un ambiente scettico spesso non è benestante, ben istruito e aperto a trattamenti medici alternativi”, ha affermatoMercurioUna portavoce del Ministero della Salute.

Paura del fallimento totale per l’inverno

Nessuno sa con certezza se questo vale anche per la regione di Berchtesgaden. Al momento è solo certo il lockdown, che secondo le normative potrà essere terminato solo se la quota di 1.000 non verrà più superata in cinque giorni consecutivi.

“Ora inizia lo stesso gioco dell’anno scorso. Non abbiamo alcun piano di sicurezza per nulla”, afferma Thomas Hettegger, CEO di Jennerbahn am Königssee, che gestisce anche impianti di risalita associati e due ristoranti, a Welt.

Ad ogni modo, un disastro non solo per lui, ma per tutte le aziende per questo Corona Deve essere chiuso. La paura nella regione che ci sarà un altro completo fallimento della stagione invernale è profonda.