Gennaio 22, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il capo di Init7 non pronuncia le sue parole

Addetto al montaggio di cavi in ​​fibra ottica di Swisscom. Il piccolo fornitore Init7 di Winterthur resiste al potere di mercato del “gigante blu” e vuole lottare per l’accesso diretto a strade dati ultraveloci in futuro – con successo finora.Foto d’archivio: KEYSTONE

13.01.2022, 16:5413.01.2022, 17:20

Il piccolo provider Internet Init7 emerge in una disputa sulla fibra ottica con il gigante del mercato Swisscom Testardo: il presidente di Init7 Freddy Konzler rifiuta fermamente un’offerta di compromesso di Swisscom per l’accesso alle autostrade dei dati. Subito colloquio (Vedi fonti) L’uomo d’affari e politico SP di Winterthur spiega cosa lo spinge.

di cosa sta parlando?

La controversia verte sul fatto se Swisscom possa costruire la sua rete in fibra ottica secondo un unico modello di fibra con una sola linea di alimentazione dallo sdoppiatore telefonico al palo stradale, o se debba posare quattro fibre per casa come prima.

Aumentare secondo il modello a fibra singola (“punto-multipunto”) sarebbe più economico e veloce. Secondo Swisscom, il modello a quattro fibre (“point-to-point”) ritarderà notevolmente lo sviluppo delle aree rurali, poiché nell’80 percento delle comunità sarà necessario demolire le strade per ampliare i canali via cavo, la più grande rete di telecomunicazioni ha sostenuto la società Svizzera.

Init7 ha citato in giudizio la Federal Competition Commission (Weko) contro il modello a fibra singola perché Swisscom ha reso impossibile la concorrenza.

Di conseguenza, Como ha adottato misure precauzionali nei confronti di Swisscom e ha quindi interrotto l’ulteriore espansione con il modello monofibra. Non è ora possibile attivare più 10.000 connessioni già effettuate.

All’inizio di ottobre il Tribunale amministrativo federale ha respinto il ricorso di Swisscom contro Weko. I giudici ritengono che l’ampliamento della rete ottica utilizzando il modello a fibra singola rappresenti un comportamento abusivo da parte di un’impresa dominante. Swisscom è stata presentata anche alla Corte federale.

Che tipo di transazione offre Swisscom?

Per dirimere la controversia, Swisscom ha presentato a fine dicembre a Weko una proposta di soluzione con accesso virtuale alla rete in fibra ottica Layer 1 (V-ALO).

Nel caso del prodotto di primo livello, i concorrenti di Swisscom collocano i propri sistemi tecnologici nelle centrali telefoniche di Swisscom. Ciò consente loro di lanciare le proprie offerte che si distinguono dai prodotti leader di mercato dell’azienda.

Tuttavia, ciò sarebbe possibile solo approssimativamente con la soluzione proposta da Swisscom, ma non fisicamente come nel modello a quattro fibre. Christoph Eichlemann, direttore tecnico di Swisscom, ammise all’epoca che l’accesso virtuale non poteva essere equiparato all’accesso fisico.

Init7 trainer passa alla modalità di attacco

Il capo di Init7 Künzler non considera molto la soluzione di Swisscom: l’accesso predefinito di V-ALO è molto peggio di un prodotto di primo livello. “È limitato a 10 linee gigabit”, ha affermato in un’intervista al portale “Inside-IT”.

“Pertanto, la concorrenza innovativa è stata eliminata e anche qui Swisscom può controllare quali prodotti possono offrire altri fornitori di servizi. Inoltre, l’accesso non è orientato ai costi, quindi il prezzo rimarrà una falsa concorrenza. Ecco perché resistiamo”.

Freddy Konzler, CEO e fondatore di Init7.

Freddy Konzler, CEO e fondatore di Init7.Foto: SP Winterthur

“V-ALO è un altro tentativo di Swisscom di versare un Weko Valium”, afferma Konzler. Si può dire dal fatto che V-ALO, se lo osserviamo da vicino, è un prodotto di secondo livello e non di primo livello. “Il nome ‘ALO’, come viene chiamato il precedente prodotto di primo livello, è intenzionalmente fuorviante. Si vuole ingannare Weko”.

READ  Il Trasporto Pubblico sta testando nuovi abbonamenti

In merito alla concorrenza, che si è espressa a favore della strategia di Swisscom, il responsabile di Init7 ha affermato:

“Ci affidiamo a fornitori di livello 1 e investiamo nel nostro livello 2, non come altri che rivendono solo prodotti Swisscom preassemblati. Stiamo costringendo la concorrenza a seguire l’esempio e migliorare”.

Init7 paga un affitto decente per fibra.

Konzler respinge l’accusa secondo cui più di 100.000 famiglie dovranno attendere la consegna della fibra ottica:

“Non abbiamo costruito intenzionalmente secondo il modello sbagliato e ne abbiamo danneggiati milioni. La direzione di Swisscom è l’unica responsabile di questo.

Questo è il caso, dice Konzler, da leggere nella sentenza del Tribunale amministrativo federale. Questa è stata una decisione dell’azienda di Swisscom.

“Ma il governo federale, in quanto proprietario di maggioranza e stakeholder più importante, ne risente tanto quanto la popolazione, e ci si sorprende davvero che un’amministrazione che si è sbarazzata di milioni di persone di proposito e intenzionalmente non sia stata lasciata fuori molto tempo fa .”

Perché non utilizzare semplicemente le connessioni mobili 5G invece della fibra ottica?

Allenatore Init7:

“Le reti cellulari si caricano irrimediabilmente velocemente, semplicemente non sono scalabili a sufficienza. Le fibre ottiche forniscono un’infrastruttura di comunicazione efficiente, sicura e durevole per i decenni a venire”.

Questi: inside-it.ch

Risorse

(dsc/sda/awp)

50 prove che imparare il tedesco è quasi impossibile

1/22

50 prove che imparare il tedesco è quasi impossibile

Quando Google legge i meme svizzeri…

Potrebbe interessarti anche:

Il bitcoin è sceso al livello più basso degli ultimi mesi lunedì. Lunedì, la criptovaluta è scesa al di sotto del livello di $ 40.000. Di recente, le preoccupazioni sui tassi di interesse e i disordini in Kazakistan hanno causato incertezza tra gli investitori nel mercato delle criptovalute.

READ  La mappa mostra: L'elettricità dalla tua presa è molto verde (o sporca)