Gennaio 27, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il 75esimo compleanno – Steven Spielberg: dal fallimento al grande – Cultura

Contenuti

Steven Spielberg ha prodotto più di 100 film – come produttore, sceneggiatore e regista. È diventato un sacco di grandi successi. Ma ci sono voluti decenni perché l’industria cinematografica lo rispettasse.

La creatività appare spesso in tenera età. È stato diverso con Steven Spielberg. Da scolaro, ha iniziato a “fallire nella carriera”, come dice lui stesso. Scrive brutti voti e non è popolare tra i suoi compagni di classe.

A causa della sua scarsa scrittura, il giovane Spielberg si rivolse all’immagine invece delle lettere. All’età di quattordici anni, ha realizzato il suo primo cortometraggio (“Fuga dal nulla”) – Con effetti speciali fatti in casa. .

Leggenda:

Steven Spielberg sul set di “West Side Story”.

Gli studi del ventesimo secolo

l’invito

Il percorso è tracciato lì. All’età di 22 anni, Spielberg ha girato un thriller televisivo “duello”Un misterioso camion insegue un viaggiatore d’affari. Il thriller nevrotico diventa il biglietto di Spielberg per Hollywood.

A 26 anni, monitoraggio del lavoro “mascelle”In tedesco “Der Weiss Hey” (1975) per la sua interpretazione. Il risultato sono stati tre Oscar, un Golden Globe e la reputazione di un prodigio di successo.

Leggenda:

Regista con un morso: Spielberg per il luogo delle riprese di “White Shark”. Ha dovuto aspettare quasi 20 anni per ottenere l’Oscar del regista.

Imago / Everett Group

terzo occhio

Steven Spielberg ha sviluppato negli anni uno stile narrativo visivo unico. Queste immagini sono già riconoscibili in “Lo squalo”: inquadrature lunghe e camera di rilevamento – come specialità di Spielberg – tracce veloci di volti, fino a primi piani estremi.

Spielberg utilizza le tecniche dei vecchi maestri: “Se dessi un consiglio ai miei studenti di cinema, dovrebbero guardare i film muti”, ha detto una volta durante una cerimonia di premiazione.

Leggenda:

Primi piani di volti: foto tipiche di Spielberg. Harrison Ford come Indiana Jones.

Imago / Ronald Grant

estrattore

Come regista della serie Indiana Jones (1981-2008), “ET” (1982) o “Jurassic Park” (1993), Spielberg è salito nell’Olimpo dei registi di Hollywood. Seguirono grandi serie, come Schindler’s List nel 1993 o Saving Private Ryan nel 1998.

Sta riscuotendo un grande successo anche come produttore. Nel 1994 ha fondato i leggendari Dreamworks Studios con altri due giganti di Hollywood: Jeffrey Katzenberg e David Geffen. Film come “Il gladiatore” (2000), “Lettere da Iwo Jima” (2006) o “Amistad” (1997) sono stati realizzati sotto la direzione di Spielberg.

Leggenda:

Spielberg con Drew Barrymore, 7 anni, sul set di “ET”. Per molto tempo è stato considerato un regista superficiale.

imago/granata .immagini

Lunga attesa

Steven Spielberg ha combattuto per decenni per il riconoscimento nell’industria cinematografica. Per molto tempo è stato visto come un regista un po’ superficiale, nonostante la richiesta di opere come “Il colore viola”.

Leggenda:

Finalmente Oscar! Spielberg (a sinistra) con Liam Neeson (a destra) e Ben Kingsley sul set di “Schindler’s List”.

Imago / Ronald Grant

Nel 1994 il tanto atteso premio con l’Oscar alla miglior regia per “Schindler’s List”. A quel tempo, era già chiaro al suo pubblico di lunga data chi fosse il più grande regista di tutti i tempi: quando “Schindler’s List” è stato mostrato per la prima volta nella sua interezza alla televisione americana nel 1997, è stato visto da 65 milioni di persone.

READ  Squadre come Die Ärzte, Die Toten Hosen e Donots iniziano la chiamata alle vaccinazioni