Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Identificati nuovi punti di attacco del trattamento – pratica di guarigione

Scoperti nuovi punti di partenza per il trattamento COVOD-19

Le infezioni da coronavirus SARS-CoV-2 stanno nuovamente aumentando in modo esponenziale. Sebbene molte persone siano state vaccinate, sono necessari farmaci che possono essere utilizzati contro il COVID-19 per controllare l’epidemia. I ricercatori stanno ora segnalando nuovi punti di attacco per il trattamento COVID-19.

Non esiste ancora un trattamento specifico approvato in grado di curare il COVID-19, ma la ricerca è ancora in pieno svolgimento. secondo statista Entro il 20 ottobre 2021, c’erano più di 1.300 potenziali farmaci candidati COVID-19 per vaccini o farmaci in fase di sviluppo in tutto il mondo. Anche in questo Paese molte aziende e istituti stanno lavorando a mezzi per curare le malattie causate da SARS-CoV-2.

Link ai risultati di ricerca dell’anno scorso

attuale Messaggio Secondo i ricercatori dell’Istituto di virologia medica della Goethe University di Francoforte sul Meno e della Facoltà di scienze biologiche dell’Università del Kent (Canterbury, Gran Bretagna) hanno identificato potenziali nuovi bersagli per il trattamento di COVID-19 nel metabolismo dei pentoso fosfati. L’attuale studio si basa sui risultati della ricerca della Goethe University dell’anno scorso.

Filtro per principi attivi in ​​sviluppo

Quando vengono infettati da SARS-CoV-2, i virus riprogrammano le loro cellule ospiti in modo che le cellule ospiti producano nuovi virus. Anche il metabolismo delle cellule colpite viene alterato come parte di questo processo.

In progetti precedenti, un gruppo di lavoro della Goethe University guidato dal professor Jendrich Senatl aveva già dimostrato che le cellule infettate da SARS-CoV-2 metabolizzano il glucosio in modo diverso rispetto alle cellule non infette.

READ  Una risposta immunitaria più sostenuta attraverso le cellule B della memoria - La pratica della guarigione

Un farmaco candidato, il 2-desossi-D-glucosio, che sfrutta questo cambiamento metabolico, è attualmente in fase di sviluppo per curare le persone con COVID-19.

ora nella rivistametabolitiUno studio pubblicato, il gruppo di ricerca di Francoforte e Canterbury, ha mostrato che l’infezione da SARS-CoV-2 è anche associata a cambiamenti in un’altra via metabolica, la via del pentoso fosfato.

Come descritto nella comunicazione, la benfoossitiamina, un inibitore della via del pentoso fosfato, ha represso la replicazione di SARS-CoV-2 nelle cellule infette in coltura cellulare.

L’uso combinato di 2-desossi-D-glucosio e benfoossitiamina ha aumentato l’inibizione della produzione di virus nelle cellule infette da SARS-CoV-2.

Strategia di prevenzione dei virus

La soppressione dei cambiamenti indotti dal virus nel metabolismo delle cellule infette è una strategia alternativa per inibire la replicazione virale che differisce dall’inibizione di enzimi virali come remdesivir e molnopiravir.

Pertanto, si spera che queste diverse strategie si integrino a vicenda e che i farmaci che interferiscono con i cambiamenti metabolici causati dal virus amplino il repertorio di opzioni di trattamento per COVID-19.

“L’inibizione dei cambiamenti indotti dal virus nel metabolismo delle cellule infette è un buon modo per trattare le cellule infette da virus in modo mirato”, afferma il professor Jendrich Senatl, dell’Università di Goethe, Francoforte.

“Poiché sappiamo che la resistenza è un problema importante nel trattamento delle malattie virali, la disponibilità di diversi approcci terapeutici con diversi meccanismi di azione è di grande importanza”, ha affermato il professor Martin Michaelis, dell’Università del Kent. (anno Domini)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Risorse:

  • Università Goethe di Francoforte sul Meno: nuovi punti di attacco per il trattamento di COVID-19, (accesso: 30 ottobre 2021), Università Goethe di Francoforte sul Meno
  • Denisa Bojkova, Rui Costa, Philip Rios, Marco Bechtel, Mark Christian Gaborek, Ruth Ulmer, Ulrich Martin, Sandra Cesek, Martin Michaelis, Jindrich Senatl Jr.: mirato alla via del pentafosfato per il trattamento di SARS-CoV-2; In: Metaboliti (veröffentlicht: 13.10.2021), metaboliti

nota importante:
Questo articolo è solo a scopo di orientamento generale e non è destinato all’uso per l’autodiagnosi o l’autotrattamento. Non può sostituire una visita dal medico.