Settembre 21, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

I ricercatori scoprono batteri altamente resistenti

La resistenza agli antibiotici (vedi riquadro) è in aumento in tutto il mondo. Ciò aumenta il rischio di morte per infezioni o lesioni minori che in precedenza erano facili da trattare. Secondo un importante rapporto del 2016, ci potrebbero essere dieci milioni di morti all’anno entro il 2050. L’Organizzazione mondiale della sanità avverte di un’era post-antibiotica alla luce dell’evoluzione.


Gli antibiotici sono medicinali che impediscono ai batteri di crescere o uccidono i batteri. Ma spesso i germi sembrano essere insensibili a questi germi. Così ho costruito la resistenza. Secondo le stime degli esperti, circa la metà di questa resistenza è riconducibile all’uso scorretto degli antibiotici. Ai pazienti vengono somministrati antibiotici per le infezioni virali anche se stanno solo combattendo un’infezione batterica o un antibiotico ad ampio spettro se è meglio un farmaco più mirato.



Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Giessen e del Centro tedesco per la ricerca sulle infezioni (DZIF) di Braunschweig, e pubblicato sulla rivista specializzata “Antimicrobials and Chemotherapy”, ha mostrato quanto seriamente venga presa la questione. In esso, il team guidato da Trinad Chakraborty riporta la scoperta di batteri che non solo sono resistenti agli antibiotici usati di frequente, ma anche a una promettente miscela di antibiotici di riserva.

Resistere agli aspiranti

Nello specifico, questi sono chiamati batteri intestinali, che sono germi ospedalieri e causano gravi infezioni dell’apparato digerente e urinario. Questi germi stanno diventando più resistenti agli antibiotici utilizzati in questo paese. Per poter trattare i batteri intestinali, i ricercatori si affidano a una nuova combinazione di due principi attivi che non sono ancora stati utilizzati in Germania: il vecchio antibiotico aztreonam e il nuovo inibitore avibactam.

READ  Questa è la situazione in Alto Adige

Ma anche i germi ospedalieri stanno mostrando resistenza a questo raggio di speranza, spiegano Chakraborty e il suo team nel loro studio osservazionale in Germania. È la prima volta che in Germania vengono scoperti agenti patogeni resistenti. “Questo è preoccupante perché questa combinazione di ingredienti attivi non è ancora stata utilizzata clinicamente qui”, afferma Chakraborty. Ciò significa: in effetti, è improbabile che i batteri abbiano sviluppato meccanismi di difesa contro di essa. i batteri multiresistenti si sviluppano più velocemente da nuove combinazioni di principi attivi, giudici l’Università.

(Base/disegno di Annabelle Rebelling)



Domande e risposte sulla funzione di commento
“Perché a volte ci vuole così tanto tempo prima che il mio commento sia visibile?”

I nostri lettori commentano davvero: ogni giorno vengono ricevute centinaia di opinioni su tutti i tipi di argomenti. Poiché il dipartimento editoriale è responsabile di tutti i contenuti del sito, i contributi vengono mostrati in anticipo. A volte questo richiede solo un po’ di tempo.

“Perché hai cancellato il mio commento?”

Il contributo può essere scritto in una lingua straniera. Permettiamo solo commenti nelle lingue nazionali lussemburghese, tedesco e francese. I post che contengono insulti, calunnie o calunnie verranno cancellati immediatamente. Anche i commenti che sono praticamente non letti o in maiuscolo a causa della mancanza di ortografia non vedranno mai la luce del giorno.

“Ho il diritto di attivare i miei commenti?”

«L’essentiel» non ha l’obbligo di pubblicare commenti dettagliati. Allo stesso modo, i lettori che hanno commentato non hanno il diritto di visualizzare i loro contributi scritti sulla pagina.

Hai domande generali sulla funzione di commento?

Scrivi a feedback@lessentiel.lu
Nota: non rispondiamo a domande relative a singoli commenti.

READ  Più di quattro milioni di persone contagiate dal coronavirus: il tasso di infezione sale a 83,1