Ottobre 26, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

I primi accordi – ma la crisi non è ancora finita

Gli ultimi sviluppi

È improbabile che la società immobiliare cinese Evergrande sarà in grado di effettuare i pagamenti degli interessi in sospeso. Le risposte più importanti al rischio fallimento e alle sue conseguenze.

Con debiti che superano i 300 miliardi di dollari, Evergrande è il più grande sviluppatore immobiliare pieno di debiti al mondo.

Bobby Yip/Reuters

Gli ultimi sviluppi

  • La divisione immobiliare interna del China Evergrande Group afferma di aver raggiunto un accordo con i detentori di obbligazioni in yuan per pagare una cedola in scadenza il 23 settembre. In un rapporto di borsa di mercoledì 22 settembre, l’unità ha annunciato che l’emissione delle sue obbligazioni del 5,8% in scadenza nel 2025 è stata “risolta attraverso negoziati”. L’annuncio non includeva alcuna informazione sui tempi e sull’importo dei pagamenti. Secondo Bloomberg, l’importo dovuto per il voucher era di 232 milioni di yuan (35,9 milioni di dollari). L’indice CSI 300 delle prime 300 società cinesi è rimbalzato dalle perdite di prezzo iniziali dell’1,9% in risposta all’annuncio. Anche l’iniezione di fondi a breve termine dalla People’s Bank of China ha contribuito ad allentare la tensione sui mercati finanziari. La crisi non è ancora finita: entro la fine di quest’anno, Evergrande aveva un totale di $ 669 milioni in pagamenti di cedole, inclusi $ 83,5 milioni in obbligazioni in dollari, anch’esse previste per giovedì. Secondo i termini e le condizioni dell’obbligazione, c’è un periodo di grazia di 30 giorni prima che un mancato pagamento si traduca in un default formale.
  • In una lettera ai dipendenti, Xu Jiayin, presidente e fondatore di Evergrande Group, ha promesso di completare i progetti immobiliari come promesso. I media cinesi hanno pubblicato il contenuto della lettera. La lettera affermava che Evergrande adempierà alle proprie responsabilità nei confronti degli acquirenti di proprietà, degli investitori, dei partner e delle istituzioni finanziarie.
  • Nelle contrattazioni mattutine a Hong Kong, le azioni di Evergrande hanno perso un altro 7% martedì (21/9). L’agenzia di rating Standard and Poor’s aveva precedentemente riferito che il default è possibile e che lo stato cinese sarebbe intervenuto solo in casi di estrema emergenza. Una scadenza importante è giovedì prossimo. Quindi un interesse di $ 83 milioni deve essere pagato sull’obbligazione.

READ  I consumatori beneficiano dei nuovi requisiti - l'UE potrebbe introdurre cavi di ricarica standardizzati per i telefoni cellulari - e la Svizzera segue l'esempio