Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

I numeri crescono, ma la Danimarca lascia che l’epidemia “dilaghi”

Fan a un concerto a Copenaghen l’11 settembre: il giorno prima, il paese ha revocato le ultime restrizioni di Corona introdotte nella pandemia.

Agenzia per la protezione ambientale

In Danimarca il numero di contagi è più alto di quanto non lo sia stato per molto tempo. Il capo epidemiologo rimane indifferente, per un motivo che non si applica alla Svizzera.

La Danimarca giovedì ha registrato il più alto numero giornaliero di casi confermati di coronavirus quest’anno: 2.598 nuove infezioni sono state segnalate entro 24 ore, secondo l’Istituto sanitario danese SSI. Per fare un confronto: in Svizzera, la Federazione federale della sanità (UFSP) ha registrato 2.931 nuove infezioni nello stesso periodo registrato, quindi il 10 percento in più. Con una popolazione di soli 5,8 milioni, la Danimarca è anche molto più piccola della Svizzera.

Secondo il Ministero della Salute danese, il valore attuale era il più alto dal 30 dicembre 2020. Ci si aspettava uno sviluppo, che almeno non provoca notti insonni per il capo epidemiologo del paese scandinavo.

“Il tipo delta di coronavirus è contagioso come la varicella”, ha detto, “quindi ovviamente era chiaro: ci sarà un aumento dei casi”. Colore Simonsen Venerdì dalla Roskilde University la rivista tedesca “donna”. “Ciò che sta accadendo ora era previsto”.

READ  L'hype sul vaccino di Moderna: l'analista confronta con Tesla | 22/08/21

Niente più restrizioni sulla corona

La Danimarca aveva sono le 10. settembre Le ultime restrizioni Corona introdotte nel paese durante la pandemia sono state revocate. Da allora, club e bar affollati sono diventati uno spettacolo familiare in Danimarca; Di norma, i visitatori non hanno bisogno di un certificato e le maschere non vengono più indossate. Le discoteche affollate possono sembrare allarmante, quindi Simonsen. Ma in Danimarca ora possiamo permetterci tutto questo».



L’epidemiologo cita l’alto tasso di vaccinazione nel suo paese come motivo: “Circa il 95 percento delle persone di età superiore ai 50 anni è completamente immunizzato”. Per confronto: Baglaut mare In questo paese, solo il 64 per cento circa della popolazione è stato vaccinato due volte contro il virus; Anche nella fascia di età superiore ai 65 anni, il tasso di vaccinazione è solo dell’88%.

‘Grande fiducia nelle autorità e nella politica’

Secondo l’epidemiologo Simonsen, l’alto tasso di vaccinazione della Danimarca non ha impedito il rapido aumento delle infezioni che si osserva attualmente. Le vaccinazioni, d’altra parte, impediranno un “forte aumento di malattie gravi e decessi”: “Le persone vaccinate hanno dal 90 al 95% in meno di probabilità di finire in ospedale o nella tomba rispetto alle persone che non sono state vaccinate. “



Simonsen spiega l’elevata quota di vaccinazione con il fatto che i danesi “ripongono tradizionalmente grande fiducia nelle autorità e nella politica”. Ci sono anche negazionisti Corona, ma sono solo un gruppo molto piccolo. L’educazione sui pericoli della corona è importante.

Dopo aver allentato le restrizioni a settembre, il numero di casi in Danimarca inizialmente non è aumentato ulteriormente. Fino a metà ottobre non sono stati registrati ulteriori contagi. Simonsen ha dichiarato in un’intervista a “Spiegel” che Corona non è ancora una storia in Danimarca. “Ma questa pandemia ora ha un carattere completamente diverso, è una pandemia non vaccinata”. E secondo l’epidemiologo, la Danimarca potrebbe “lasciare che l’epidemia si liberi”.

READ  Nuovo studio: le vaccinazioni antinfluenzali possono prevenire la demenza in età avanzata