Gennaio 27, 2022

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Governo Federale: Italia e Canada sono diventate zone ad alto rischio

Stato: 30/12/2021 12:15

Italia, Canada, Malta e San Marino sono state considerate aree ad alto rischio dal 1 gennaio a causa del rapido aumento dei contagi. Mauritius, invece, è stato rimosso dall’elenco dal Ministero degli esteri federale.

Dal 1° gennaio il Federal Foreign Office ha individuato nuove aree ad alto rischio: oltre a Italia e Canada, anche Malta e San Marino sono nella lista diffusa dal Robert Koch Institute. Mauritius è stata invece rimossa dalla lista.

Da martedì prossimo il governo federale cercherà di allentare le restrizioni all’ingresso in Gran Bretagna, Sud Africa, Namibia e altri sei Paesi africani a causa della forte diffusione della variante Omigron. Nove paesi devono essere declassati dall’area di variazione del virus all’area ad alto rischio. Tuttavia, RKI ha sottolineato che erano possibili modifiche a breve termine.

Dieci giorni di isolamento per chi non è stato vaccinato

Il numero di contagi da corona in Italia è aumentato notevolmente negli ultimi giorni. Entro mercoledì sera, le autorità avevano registrato circa 98.000 nuove infezioni da corona e quasi 150 morti al giorno. Il governo di Roma ha quindi annunciato che inasprirà le misure: la regola 2G si applicherà ad alberghi, centri congressi, trasporto pubblico locale e di lunga percorrenza, impianti di risalita e festival dal 10 gennaio.

Chiunque entri in una zona ad alto rischio e non sia completamente vaccinato o guarito dovrebbe essere isolato per dieci giorni, arrivando presto e solo cinque giorni dopo con un test negativo per liberarsene. I bambini di età inferiore ai dodici anni dovrebbero essere isolati per cinque giorni. Le persone vaccinate e guarite sono tenute a registrare il proprio ingresso in formato digitale.

READ  L'Italia introduce il 40esimo vaccino di richiamo

Questa classificazione facilita ai turisti la cancellazione gratuita dei viaggi già prenotati, ma non comporta un divieto di viaggio. Paesi e territori, in particolare quelli ad alto rischio di infezione, sono classificati come aree ad alto rischio. Ma il solo numero di contagi non è decisivo. Altri criteri sono la velocità di trasmissione del virus, il carico del sistema sanitario o la mancanza di dati sullo stato della corona.

Le regole sono state inasprite a causa di Omikron

Le aree varianti virali, invece, sono aree dove sono in circolazione varianti del virus corona, non ancora diffuse in Germania, come la variante Omigran altamente contagiosa. Il governo federale ha recentemente inasprito le regole per l’ingresso dalle aree con varianti virali a causa della diffusione della variante Omigron. Chiunque entri in Germania da tale area richiederà un attuale test PCR negativo al momento dell’ingresso in futuro.

Inoltre, tutti – compresi coloro che sono guariti o sono stati vaccinati – devono aderire a un rigoroso isolamento di 14 giorni; Non esiste alcuna “opzione di autotest” qui. Eccezione: chiunque disponga di una protezione immunitaria completa può completare l’isolamento presentando un certificato di vaccinazione se l’RKI ha stabilito che questo vaccino è sufficientemente efficace contro la variante del virus.