Dicembre 8, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Gli epidemiologi svizzeri mettono in dubbio la regola della seconda generazione

La regola 2G prevede restrizioni di accesso solo alle persone che sono state testate per il coronavirus. Chi vuole essere ricoverato o vaccinato deve riprendersi.

Marcel Tanner ha detto in un’intervista conSvizzera nel fine settimana“Da sabato c’è un livello di sicurezza più alto con il 2G perché il rischio di infezione è inferiore. Il 3G è migliore per la società del 2G e questo regolamento è “percorribile” per la stragrande maggioranza. Inoltre, il secondo gruppo – per recuperare – implica anche incertezza. Di coloro che sono guariti, solo coloro che sono guariti sono fortemente protetti – quelli che sono solo leggermente feriti o non sono affatto malati, invece, non lo sono.

Cauto anche Milo Bohan, direttore dell’Istituto di epidemiologia, biostatistica e prevenzione dell’Università di Zurigo. In teoria, il 2G potrebbe offrire un vantaggio. Tuttavia, non è facile stimare quanto farà la tecnologia 2G, dal momento che non ci sono ancora dati scientifici solidi su di essa. Ma ne hai bisogno per vedere se questo regolamento è applicabile e se preverrà l’infezione rispetto al 3G.

scala di messa a fuoco sbagliata

L’epidemiologo Marcel Salati si sta attualmente concentrando sulla procedura sbagliata con la seconda generazione. Il dibattito sul 2G distrae dai “fattori importanti”: più vaccini primari e richiami rapidi. Questi sono gli elementi fondamentali che permettono di sopravvivere all’inverno senza sovraccaricare il sistema sanitario.

Didier Trono, capo del Laboratorio di virologia e genetica dell’EPFL, EPFL, la vede allo stesso modo. In Israele, dove i tassi di infezione sono aumentati drasticamente, il tasso di infezione è diminuito da quando è stata somministrata una terza dose. Quindi c’è una soluzione e la Svizzera può implementarla. Inoltre, potrebbe essere necessario prima ridurre il periodo di validità dei test dell’antigene da 48 a 24 ore. Dal suo punto di vista, aumenterebbe la sicurezza.

READ  Spazio: scoperti pianeti inabitabili, ma molto diversi dalla Terra

Solo Richard Nir dell’Università di Basilea ha affermato nel documento di essere chiaramente positivo riguardo alla procedura. È “ovvio” che le attuali misure di Corona non sono sufficienti per prevenire un aumento del numero di casi. I test necessari per la certificazione di terza generazione ridurranno sicuramente il rischio di infezione, ma è sempre solo un’istantanea. Epidemiologicamente, il 2G ha perfettamente senso, soprattutto con un’intensa campagna di vaccinazione, potenziamento e test.

L’Austria ha già introdotto 2G

Altri paesi sono un po’ più lontani da questo. Lunedì il governo austriaco avrà una base 2G Realizzato per bar, turismo, eventi e sport. Anche nello stato tedesco della Sassonia, la regola 2G è in vigore da lunedì in gran parte della vita pubblica.

Probabilmente sarà introdotto anche nei Paesi Bassi, che saranno parzialmente chiusi nelle prossime tre settimane, possibilmente per bar e festival. E in Lettonia, da lunedì solo i parlamentari vaccinati e guariti potranno partecipare alle sessioni parlamentari.

In Svizzera, l’area sciistica transfrontaliera Samnaun GR / Ischgl (AU) ha introdotto questa settimana le regole 2G, a causa dei requisiti dell’Austria.