Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Gli antidepressivi SSRI sembrano migliorare le possibilità di sopravvivenza – Pratica clinica

Ridotto rischio di morte in caso di COVID-19 grave con fluoxetina?

Uno studio recente ha mostrato che i pazienti americani che dovevano essere trattati in una clinica per un decorso acuto di COVID-19 avevano maggiori possibilità di sopravvivenza se ricevevano antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).

I ricercatori della Stanford University School of Medicine e dell’Università della California (UC), San Francisco (USA) hanno scoperto in un recente studio che quelli con gravi cicli COVID-19 avevano migliori possibilità di sopravvivenza rispetto a un gruppo di controllo se assumevano l’antidepressivo SSRI. fluoxetina in particolare… I risultati di un’analisi delle cartelle cliniche di 87 ospedali negli Stati Uniti sono stati recentemente pubblicati sulla rinomata rivista specializzata”rete gamma” Piede.

Gli antidepressivi SSRI possono influenzare i cicli gravi di COVID-19?

Il team ha riferito che le persone che si sono ammalate gravemente di COVID-19 e hanno ricevuto un antidepressivo SSRI come fluoxetina o fluvoxamina avevano meno probabilità di morire per infezione da SARS-CoV-2 rispetto alle persone che non assumevano un antidepressivo SSRI. Secondo il gruppo di lavoro, i risultati dell’attuale studio sono coerenti con una serie di prove che suggeriscono che gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina possono avere un effetto positivo sul decorso acuto di COVID-19.

La causa dell’effetto positivo è sconosciuta

“Non possiamo dire se i farmaci causino questi effetti, ma l’analisi statistica mostra un’associazione importante”, sottolinea la professoressa Marina Serota dell’Università della California, San Francisco.

Il rischio di morte è stato ridotto di circa il 30% durante l’assunzione di fluoxetina

I ricercatori hanno analizzato le cartelle cliniche elettroniche di 83.584 pazienti adulti con diagnosi di COVID-19 tra gennaio e settembre 2020. 3.401 persone in questo gruppo hanno ricevuto un antidepressivo SSRI.

READ  Starlink & Co: in futuro l'inquinamento luminoso sarà peggiore in Europa centrale

I risultati mostrano che le persone che assumevano fluoxetina avevano un rischio di morte inferiore del 28%. L’uso di fluvoxamina è stato associato a un rischio di morte ridotto del 26%. Altri antidepressivi SSRI hanno ridotto il rischio di morte per COVID-19 in media dell’otto percento rispetto a un gruppo di controllo che non ha assunto SSRI.

“I risultati sono incoraggianti”, afferma Tomiko Oskotsky del team di ricerca. È importante trovare quante più opzioni possibili per curare una malattia come il COVID-19, perché alcuni farmaci possono essere tollerati solo da determinate persone o essere efficaci solo in una determinata fase del decorso della malattia.

Analisi rapida della cartella clinica elettronica

I dati delle cartelle cliniche elettroniche hanno consentito al gruppo di lavoro di cercare rapidamente i farmaci esistenti che potrebbero essere riutilizzati per curare il COVID-19 o altre malattie. Inoltre, le cartelle cliniche elettroniche hanno permesso di confrontare rapidamente diversi gruppi. (FP)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida cliniche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

autore:

Editore del diploma (FH) Volker Plasik

Risorse:

  • Tomiko Oskotsky, Ivana Marić, Alice Tang, et al: Rischio di mortalità tra i pazienti che assumono antidepressivi selettivi prescritti per SSRI per riprendersi da COVID-19; In: Rete JAMA, 2021, jamanetwork.com
  • Università della California: i pazienti COVID che assumono antidepressivi SSRI hanno meno probabilità di morire, secondo uno studio UCSF-Stanford (veröffentlicht: 15.11.2021), ucsf.edu
  • Deutsche Ärzteblatt: COVID-19: la fluoxetina può anche proteggere da malattie gravi (Pubblicato: 16 novembre 2021), aerzteblatt.de
READ  Il virologo ginevrino Eckerl critica i fallimenti della scuola

nota importante:
Questo articolo è solo a scopo di orientamento generale e non è destinato all’uso per l’autodiagnosi o l’autotrattamento. Non può sostituire una visita dal medico.