Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Dopo le elezioni federali – Cresce la pressione sul presidente della CDU Laschet – Notizie

  • Cresce la pressione sul presidente dell’Unione Cristiano Democratica, Armin Laschet.
  • Il partito discute sempre più apertamente di una nuova struttura in termini di contenuti e personale.
  • “Nessuno può negare che ci siano stati errori in campagna elettorale e che il nostro primo candidato non sia stato sorteggiato correttamente. “Questo da solo costa una grande percentuale”, ha detto il vicepresidente del partito Jens Spahn di Welt am Sonntag.

Indipendentemente dall’esito delle esplorazioni con i Verdi e l’FDP, dovrebbe essere chiaro: “Ora si tratta di prepararsi per il futuro, continuare così non è un’opzione”, ha detto Spahn.

Ora si tratta di classificare per il futuro, continuare così non è un’opzione.

Spahn è stato esplicitamente critico nei confronti dello stato del partito e del modo in cui CDU e CSU si trattano a vicenda. CDU non ha avuto grandi discussioni programmatiche per molti anni. Da ottobre 2018 è alle prese con il tema della leadership. Ha lamentato che “molte delle questioni aperte sono state rinviate piuttosto che essere decise nel modo in cui costruire il profilo”.

Leggenda:

Il deputato del partito Jens Spahn chiede le conseguenze del cattivo risultato elettorale.

Chiave di volta

Occorre preparare il programma elettorale

L’ovvio non dovrebbe oscurare i problemi strutturali. “La CDU e la CSU possono avere successo solo se stanno insieme. Spesso è mancato non solo negli ultimi mesi, ma negli ultimi anni». Per il futuro è necessaria una nuova procedura per la nomina del candidato alla carica di cancelliere e per la preparazione del programma elettorale.

Nonostante la sconfitta elettorale, il sindacato vuole esplorare le opportunità per formare un governo congiunto domenica con il Partito Liberale Democratico e martedì con il Partito dei Verdi. A questa alleanza giamaicana viene data una possibilità solo se i colloqui sull’alleanza dei semafori guidati dall’SPD con i Verdi e il Partito Liberale Democratico, che continuano in parallelo, falliscono.

Pressione per riorganizzare le persone

Diversi politici della CDU stanno facendo pressioni affinché i membri votino su una nuova formazione se le esplorazioni giamaicane falliscono. Questi includevano membri del Bundestag, Karsten Lenemann e Christian von Stetten dell’Economic Wing, che difese ripetutamente Friedrich Merz come leader del partito.

Il quotidiano Bild ha riferito venerdì sera che Merz voleva candidarsi di nuovo per la leadership del partito, se ci fosse stato un sondaggio tra i membri o un’elezione primaria. “Non abbiamo intenzione di concludere la partecipazione dei membri alla prossima decisione sulla presidenza”, ha detto Lineman di Bild.

Domenica parlerà anche il Partito socialdemocratico

La dirigenza SPD vuole anche discutere della coalizione dei semafori presa di mira dal candidato del cancelliere Olaf Scholz per circa due ore domenica, separatamente con il Partito Liberale Democratico e il Partito dei Verdi.

Prima dei primi colloqui con la SPD, i Verdi presumevano fortemente che avrebbero partecipato al governo in futuro. “Se non agiamo in modo completamente stupido, non solo sosterremo questo governo per i prossimi quattro anni, ma avremo un’importante voce in capitolo”, ha detto il leader del Partito dei Verdi Robert Habeck in una piccola conferenza del Partito dei Verdi a Berlino.

Se non agiamo in modo completamente stupido, non solo sosterremo questo governo per i prossimi quattro anni, ma avremo anche un ruolo importante in esso.

Inoltre, il Partito dei Verdi ha deciso che qualsiasi partecipazione del governo doveva essere approvata dai membri del partito. I Verdi vogliono che i loro circa 120.000 membri votino su un possibile accordo di coalizione e il loro staff per un nuovo governo federale. Questa sarà la prima volta nella storia dei Verdi che si terrà una votazione per un accordo di coalizione a livello federale.

READ  Nonostante il divieto, 25mila giovani festeggiano i botellones a Madrid