Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Dopo i disordini, la situazione si è calmata al valico di frontiera bielorusso con la Polonia – Notizie

  • Le guardie di frontiera polacche hanno detto che la situazione al valico di frontiera di Koznica-Proszy si è calmata martedì sera.
  • Martedì mattina si sono verificati violenti scontri tra migranti e forze di sicurezza polacche.
  • Per ordine del governatore Lukashenko, la Bielorussia sta allestendo un campo notturno per alcuni immigrati vicino al confine polacco.

“Al momento, gli stranieri stanno tornando dal valico di frontiera Koznica-Proszy al sito dell’ex campo di tendopoli, che si trova a poche centinaia di metri dalla linea di confine”, hanno detto martedì le guardie di frontiera polacche tramite Twitter. È stato pubblicato un video che mostra le persone ai margini della foresta dietro le fortificazioni di confine, che si scaldano attorno ai fuochi.

Martedì mattina c’era ancora il caos al confine tra Bielorussia e Polonia. Secondo quanto riferito dalle autorità polacche, i profughi hanno lanciato pietre contro soldati e forze di sicurezza. Erano anche equipaggiati con granate dal lato bielorusso.

Leggenda:

Le forze di sicurezza polacche puntano i cannoni ad acqua contro i migranti.

Reuters

La Polonia, a sua volta, ha risposto agli attacchi con cannoni ad acqua. I media statali bielorussi hanno mostrato video di persone inzuppate d’acqua, compresi giornalisti, che sono state colpite da un getto d’acqua. Anche il ministero della Difesa polacco ha diffuso un video che mostra l’uso dei cannoni ad acqua.

Secondo informazioni polacche, gli scontri sono terminati dopo due ore. Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente perché la Polonia non consente ai media di riferire dall’area di confine. Secondo le informazioni ufficiali, il Paese ha ora più di 20mila forze di sicurezza nella zona di confine.

La lotta per le frontiere esterne dell’Unione Europea in tre punti


Apri il petto
chiudi la scatola

Leggenda:

Reuters

  • La Bielorussia è l’obiettivo principale delle critiche. Il governatore bielorusso Alexander Lukashenko è stato accusato di aver spostato deliberatamente i migranti al confine con la Polonia per aumentare la pressione sull’Unione europea, che gli ha imposto sanzioni.
  • Ma anche la Polonia è stata criticata: il Paese vicino protegge i suoi confini con migliaia di soldati.
  • Alcuni migranti hanno persino riferito di essere stati rimandati indietro attraverso il confine dalla Polonia, uno stato membro dell’UE, in Bielorussia senza poter richiedere asilo. Questa procedura è chiamata “respingere”.

Secondo il governatore della Bielorussia Alexander Lukashenko, più di 2.000 persone si trovano in un “campo per migranti” da giorni. Nel frattempo, Lukashenko ha ordinato l’istituzione di un campo notturno per alcuni immigrati vicino al confine polacco. L’agenzia statale Belta ha riferito martedì sera che nella regione di Grodno si sta trasformando un centro logistico in modo che donne e bambini possano trascorrere la notte. Le foto allegate mostrano come le persone stendono stuoie e coperte nella hall.

Telefonate con Putin e Merkel


Apri il petto
chiudi la scatola

Martedì il presidente russo Vladimir Putin ha convocato nuovamente il governatore della Bielorussia Alexander Lukashenko. Il Cremlino ha annunciato martedì a Mosca che la questione riguarda la situazione nella regione di confine. Inoltre, i due capi di stato hanno discusso su come proteggere i confini dello stato comune dell’UE, ha riferito l’agenzia statale bielorussa BELTA.

Lukashenko ha informato Putin della sua telefonata con la cancelliera Angela Merkel il giorno prima. Questa è la prima conversazione che la Merkel ha con il principe ereditario dalle controverse elezioni presidenziali in Bielorussia dello scorso agosto.

Molti immigrati dall’Iraq. Secondo Interfax, l’ambasciata del Paese a Mosca ha riferito che circa 200 bielorussi vogliono tornare in patria. Questi includono famiglie, donne e bambini.

Giovedì viene organizzato un “volo di evacuazione” da Minsk. Un portavoce dell’ambasciata irachena a Mosca ha detto che “circa 200 persone, tra cui donne e bambini che sono attualmente in Bielorussia, hanno contattato la missione diplomatica irachena a Mosca e hanno chiesto di essere rimpatriate”.

Testo che descrive la grafica del poster

READ  Il virus corona probabilmente ha avuto origine dal mercato degli animali a Wuhan