Ottobre 26, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Dimostrato di ridurre lo stress attraverso la meditazione: una pratica di guarigione

Stress a lungo termine: la meditazione abbassa le concentrazioni di cortisolo

La meditazione (dalla parola latina che significa “pensare, pensare”) comprende vari metodi, spesso molto antichi e di matrice religiosa. Nel frattempo, diversi studi scientifici hanno dimostrato che la meditazione può avere effetti positivi sulla salute. Un nuovo studio ora mostra che l’allenamento alla meditazione riduce lo stress a lungo termine.

Gli scienziati del Max Planck Institute for Cognitive and Neurosciences (MPI CBS) di Lipsia e del Social Neurosciences Research Group della Max Planck Society di Berlino hanno scoperto che l’allenamento mentale che migliora abilità come prontezza, gratitudine o empatia migliora la concentrazione e riduce l’ormone dello stress. Cortisolo nei capelli. La quantità di cortisolo nei capelli indica quanto è forte una persona mantenendolo Fatica carico.

Ridurre lo stress quotidiano a lungo termine

come lui in Messaggio Dall’istituto, secondo uno studio di Techniker Krankenkasse (TK), il 23 percento delle persone in Germania soffre spesso di stress.

Questa condizione non solo influisce sul benessere delle persone, ma è anche collegata a una serie di malattie fisiologiche, tra cui diabete, malattie cardiovascolari e disturbi mentali come la depressione, che è una delle principali cause di carico di malattie nel mondo.

Pertanto, si stanno cercando metodi efficaci che riducano lo stress quotidiano nel lungo periodo. Questa è un’opzione promettente Allenamento alla consapevolezzaDove i partecipanti allenano le loro abilità cognitive e sociali, tra cui attenzione, gratitudine e compassione, attraverso la meditazione e vari esercizi comportamentali.

Vari studi hanno già dimostrato che anche le persone sane si sentono meno stressate dopo un tipico programma di esercizi di otto settimane. Tuttavia, non è ancora chiaro fino a che punto la formazione abbia effettivamente contribuito a ridurre la continua esposizione allo stress quotidiano.

Il problema con molti studi precedenti sullo stress cronico: i partecipanti allo studio di solito devono valutare il proprio livello di stress dopo l’allenamento. Tuttavia, questa autovalutazione tramite questionari può distorcere gli effetti e far apparire i risultati più positivi di quanto non fossero in realtà.

READ  Non c'è esplosione a causa di eventi di massa - lo studio britannico offre speranza

dichiarazioni distorte

La ragione di questo pregiudizio: i soggetti del test sapevano che stavano allenando la consapevolezza e livelli di stress più bassi erano l’effetto desiderato di questo allenamento. Questa consapevolezza da sola ha un effetto sulle informazioni presentate in seguito.

“Se ti viene chiesto se sei nervoso dopo un allenamento che è stato pubblicizzato come riduzione dello stress, anche affrontare quella domanda può distorcere le affermazioni”, spiega Lara Pullman, studentessa di dottorato MPI CBS e prima autrice della pubblicazione principale. È stato recentemente pubblicato sulla rivista specializzata “medicina psicosomatica“È stato rilasciato.

Fattori come la desiderabilità sociale e gli effetti placebo hanno giocato un ruolo qui. A differenza degli studi farmacologici, ad esempio, in cui i partecipanti allo studio non sanno se hanno effettivamente ricevuto o meno il principio attivo, i cosiddetti controlli alla cieca non sono possibili durante l’allenamento mentale.

“I partecipanti sanno che stanno prendendo l'”antidoto””, dice Polman. “Nella ricerca sulla consapevolezza, utilizziamo sempre più metodi più oggettivi, ovvero metodi fisiologici, per poter misurare con maggiore precisione l’effetto di riduzione dello stress”.

La concentrazione di cortisolo nei capelli

Secondo gli esperti, la concentrazione di cortisolo nei capelli è una variabile di misura adatta per l’esposizione a stress costante. Il cortisolo è un ormone che viene rilasciato quando, ad esempio, ci si trova di fronte a una sfida formidabile. In ogni caso, l’ormone dello stress aiuta a mettere il corpo in allerta e a mobilitare l’energia per affrontare la sfida.

E più lungo è lo stress, più a lungo l’aumento della concentrazione di cortisolo circola nel corpo e più si accumula nei capelli, che crescono di un pollice al mese. Per misurare il livello di stress dei partecipanti durante i nove mesi di formazione, i ricercatori, in collaborazione con il gruppo di lavoro di Clemens Kirschbaum dell’Università di Dresda, hanno analizzato ogni tre mesi la quantità di cortisolo nei primi tre centimetri di capelli, partendo sul cuoio capelluto.

READ  Comunicazione in crisi - Come una pandemia modella il nostro linguaggio - e viceversa - Notizie

Il programma di allenamento mentale consisteva in tre moduli di tre mesi ciascuno, ognuno dei quali era finalizzato alla formazione di una specifica area di abilità con l’ausilio di esercizi mentali occidentali e orientali. Il focus è stato o sui fattori di attenzione e prontezza, sulle abilità sociali ed emotive come l’empatia e la gratitudine, oppure sulle cosiddette abilità socio-cognitive, in particolare la capacità di assumere una prospettiva sui propri pensieri e su quelli degli altri. .

Tre gruppi di circa 80 soggetti ciascuno hanno completato i moduli di formazione in un ordine diverso. La formazione è stata effettuata per un massimo di nove mesi, 30 minuti al giorno, sei giorni alla settimana.

Infatti, è stato riscontrato che la quantità di cortisolo nei capelli dei partecipanti era significativamente diminuita dopo sei mesi di allenamento, in media del 25%. Secondo le informazioni, sono stati osservati inizialmente lievi effetti nei primi tre mesi e intensificati nei tre mesi successivi. Nell’ultimo terzo la concentrazione è rimasta a un livello piuttosto basso.

Pertanto, i ricercatori ipotizzano che solo un allenamento sufficientemente lungo porti agli effetti desiderati di riduzione dello stress. L’effetto non sembra dipendere dal contenuto della formazione. È quindi possibile che molti degli approcci mentali esaminati possano essere altrettanto efficaci nel migliorare la gestione dello stress cronico quotidiano.

Affrontare gli effetti dello stress cronico

In uno studio precedente, i ricercatori hanno esaminato gli effetti dell’allenamento sull’affrontare situazioni di stress acuto. I partecipanti sono stati sottoposti a un colloquio di lavoro stressante e gli è stato chiesto di risolvere difficili compiti di matematica sotto osservazione.

Mostrato qui: coloro che hanno completato l’allenamento socio-cognitivo o socio-emotivo emettono fino al 51% in meno di cortisolo rispetto a quelli che non lo hanno fatto. In questo caso non è stata misurata la quantità di cortisolo nei capelli, ma attacchi acuti di cortisolo nella saliva.

READ  Vaccinazioni corona: è tempo di egoismo? - notazione audio

Nel complesso, gli scienziati hanno concluso che la formazione può migliorare la gestione di situazioni sociali particolarmente acute e stressanti e degli stress quotidiani cronici.

“Ipotizziamo che diversi aspetti della formazione siano particolarmente utili per queste diverse forme di stress”, afferma Veronica Engert, capo del gruppo di ricerca “Stress sociale e salute familiare” presso MPI CBS.

“Ci sono molte malattie in tutto il mondo, inclusa la depressione, che sono direttamente o indirettamente correlate allo stress a lungo termine”, afferma Polman. Dobbiamo lavorare preventivamente contro gli effetti dello stress cronico. Il nostro studio utilizza misurazioni fisiologiche per dimostrare che gli interventi di allenamento basati sulla meditazione possono anche ridurre i livelli di stress generale nelle persone sane. (Anno Domini)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida cliniche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

Risorse:

  • Istituto Max Planck per la cognizione umana e le scienze del cervello: spettacolo di analisi dei capelli: l’allenamento alla meditazione riduce lo stress a lungo termine, (consultato il 9 ottobre 2021), Istituto Max Planck per le scienze cognitive e cerebrali umane
  • : Lara MC Pullman, Pascal Fritschka, Roman Lenz, Tobias Stalder, Clemens Kirschbaum, Veronica Engert, Tanya Singer: L’allenamento mentale meditativo riduce i livelli di glucocorticoidi dei capelli in uno studio clinico randomizzato; In: Medicina psicosomatica (veröffentlicht: 01.10.2021), medicina psicosomatica

nota importante:
Questo articolo è solo a scopo di orientamento generale e non è destinato all’uso per l’autodiagnosi o l’autotrattamento. Non può sostituire una visita dal medico.